Sabato 24 Giugno 2017 | 10:50

Corriere Tv

ANIMALISTI

«Giù le mani dai conigli»

La protesta in corteo contro la decisione di catturare le bestiole

«Giù le mani dai conigli»

FORLì

Con un paio di ore di ritardo, è iniziata ieri mattina la manifestazione che ha visto coinvolte al parco urbano le associazioni in difesa degli animali, prevista alle 11. Il corteo, composto da una settantina di persone, che aveva come obiettivo la tutela dei conigli, si è ritrovato al “Franco Agosto”, fronte via Lazio, per poi proseguire in via Fiume Rabbi, in Corso Diaz, per terminare la sua corsa in Piazza Saffi.

Le associazioni

Hanno partecipato la Lega Antivivisezionista, la Voce dei Conigli, le Iene Vegane e Meta, quest’ultima ha visto l’adesione di esponenti provenienti da tutta Italia, da Milano a Firenze, da Ferrara a Modena, da Biella a Parma. Presente, seppur per un breve lasso di tempo, anche dell’assessora Sara Samorì. Il parco urbano da molti anni ospita dei conigli, risultato di molti abbandoni. Nel 2012 sono stati colpiti da mixomatosi e da allora la zona è stata dichiarata infetta. Dopo anni di silenzio, tra il 10 e 27 aprile, l’Ausl ha dato incarico di catturare gli esemplari di leporidi che hanno oramai colonizzato l’area verde per effettuare i test sul loro stato di salute.

Corteo contro la cattura

La decisione presa dalla dirigenza comunale ha destato non poche polemiche da parte degli animalisti che hanno chiesto chiarimenti. Essendo la risposta del Comune arrivata tardi, in data 2 maggio, e non essendo convincente, gli animalisti hanno organizzato un corteo pacifico con l'adesione di diverse sigle per chiedere di istituire un tavolo tecnico nell’intento di tutelare i conigli del territorio. «Non vogliamo dichiarare guerra al Comune di Forlì, bensì vogliamo sono che venga tutelato il benessere animale – afferma Serena Dentici, presidente di Meta. Modena. «Purtroppo politica e salvaguardia dei nostri amici animali non vanno a braccetto». Le fa eco Daniele Vergini del Movimento 5 Stelle dell’idea che la concentrazione elevata dei conigli favorisca la mixomatosi. «L’amministrazione comunale vuole diminuire il numero degli esemplari perché in quantità troppo elevata – spiega –. Noi proponiamo di vietare la vendita dei conigli nei negozi, bensì si adottarli dal “Franco Agosto”, ma per far questo sarebbe fondamentale l’intervento del sindaco Drei. È necessario controllare costantemente lo stato degli abitanti del parco e per frenare la loro continua nascita sarebbe fondamentale sterilizzarli». Alcuni animalisti hanno partecipato al corteo con un’eccessiva umanizzazione degli amici a quattro zampe, trasportandoli in appositi passeggini, privandoli del loro essere animali. I pochi forlivesi presenti hanno assistito nella piazza del centro storico sotto i portici nella massima tranquillità, “aderendo” in maniera del tutto indiretta. Imponente lo schieramento di forze dell’ordine che ha seguito il percorso dal parco urbano al centro storico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000