Martedì 17 Ottobre 2017 | 03:58

Il dramma di una donna

Amputate le gambe a Julia Viellehner: disperato tentativo per salvarla

La triathleta 31enne era stata protagonista di un incidente al passo delle Forche a Galeata

Amputate le gambe a Julia Viellehner: disperato tentativo per salvarla

Julia Viellehner

GALEATA. Un estremo e disperato tentativo di salvarle la vita. I medici dell’ospedale “Bufalini” di Cesena sono stati costretti ad amputare entrambe le gambe alla triathleta Julia Viellehner, 31 anni, rimasta coinvolta in un grave incidente al passo delle Forche, mentre si stava allenando. Un intervento necessario per provare a limitare i danni dei traumi patiti nell’incidente e che hanno costretto i medici a sottoporla a dialisi. Le sue condizioni rimangono, ovviamente, gravissime e la lotta per la vita della sfortunata ragazza continua.

Impatto tragico

Lunedì scorso Julia Viellehner assieme a due amici e connazionali stava percorrendo in bici la Provinciale 24 che da Galeata porta a Premilcuore attraverso il passo delle Forche. La 31enne si era affiancata ad un mezzo pesante: un camion che era appena ripartito dopo aver fatto passare un’auto proveniente dall’altro senso di marcia.

Una ruota si è agganciata sul retro del mezzo pesante provocando la caduta a terra ed i pesanti traumi da urto e schiacciamento. Un impatto molto violento che ha causato ferite molto gravi. L’elimedica di Romagna Soccorso aveva portato la ferita all’ospedale “Bufalini”. Dopo alcuni giorni di cura i medici hanno dovuto decidere di amputare entrambe le gambe per provare a salvare la vita dell’atleta.

L’ultimo allenamento

Julia Viellehner era in Romagna per allenarsi e preparare la stagione di triathlon 2018. Per dare una dimensione dell’atleta basti pensare che è stata in grado di vincere lo scorso anno la maratona di Berlino con un tempo di 2 ore 40 minuti e spicci che ne qualifica perfettamente il livello di performance che è in grado di esprimere. Domenica aveva partecipato al Triathlon sprint di Cervia (750 metri a piedi, 20 chilometri in bici e 5 di corsa). La vittoria era andata tra le donne a Sharon Spimi, sul lungomare di Cervia la progressione di Julia Viellehner nel tratto di corsa era stata tale che nessuna delle inseguitrici era riuscita in alcun modo a contenderle il secondo posto finale. Tra gli allenamenti del periodo era contemplata la partecipazione alla frazione lunga della Nove Colli, in programma domani. Ma già lunedì, a nemmeno 24 ore dalla gara cervese, Julia Viellehner si era rimessa in bici per proseguire l’allenamento.

Fino a quel fatale tratto di strada Provinciale, verso il passo delle Forche. Un incidente gravissimo, sulla cui dinamica stanno indagando i Carabinieri. Intanto dall’ospedale “Bufalini” arrivano, però, notizie terribili sulle condizioni della sfortunata atleta. La speranza è che il sacrificio degli arti possa servire a salvarle la vita.