Martedì 06 Dicembre 2016 | 09:09

MELDOLA

Guerina Amadei, compleanno da record

Venerdì festeggerà i 110 anni: è la più anziana dell'Emilia-Romagna

Guerina Amadei, compleanno da record

MELDOLA. La “Davide Drudi” si prepara a festeggiare la sua nonnina dei record. A dire il vero la signora Guerina Amadei non ha mai avuto figli e quindi nemmeno nipoti, ma con i suoi 110 anni di età, ancora da compiere, è un po’ la nonna di tutta l’Istituzione ai servizi sociali di Meldola. Venerdì spegnerà la torta con le 110 fiammelle (ne potranno bastare tre sopra le candele con i numeri 1, 1 e 0) circondata dalle persone che la assistono e seguono quotidianamente. La signora è l’anziana più longeva dell’Emilia Romagna e la 23ª a livello nazionale. Nacque a Meldola il 31 gennaio 1906. Una persona che ha letto sul proprio quotidiano che avevamo vinto la Prima guerra mondiale e perso la Seconda. Non si è mai sposata, anche se si fidanzò da ragazza con un giovane che poi, però, partì per la guerra e non rivide più. Dopo avere lavorato a Meldola si trasferì a Milano, assunta all’Associazione Industriali. Dopo aver ottenuto la pensione, nel 1976 ritornò nella cittadina bidentina, per accudire con amore la madre e le due sorelle (che negli anni sono, una dopo l’altra, tutte decedute). La sua vita ha attraversato tutto il '900, vivendo anche momenti tragici, in particolare durante le due guerre mondiali. A chi le domanda il segreto per una vita così longeva Guerina risponde con semplicità di aver sempre condotto uno stile di vita sobrio (qualche sporadica sigaretta e due dita di vino dopo i pasti erano gli unici eccessi che si concedeva) e di aver sempre goduto di una salute di ferro (salvo qualche leggera emicrania). Due le sue grandi passioni: il Milan (era una assidua lettrice della Gazzetta dello Sport e il suo campione preferito era Rivera) e i profumi. Come parente più prossimo ricorda una nipote che vive a Bressanone. Malgrado l’età la costringa sulla sedia a rotelle, i responsabili della “Drudi”, assicurano che la signora dei record ha una mente ancora lucidissima, che ama molto leggere e conversare con gli altri ospiti della casa di riposo, con il personale della struttura nonchè con i visitatori di passaggio. (m.m.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000