Venerdì 09 Dicembre 2016 | 02:50

FEDERCONSUMATORI

Malasanità, nasce lo sportello

Al via da febbraio, avvocati e medici per valutare i casi

Malasanità, nasce lo sportello

FORLÌ. Sarà attivo anche a Forlì e Cesena, dal prossimo 1 febbraio, lo “Sportello sanità” promosso già in cinque province dell’Emilia-Romagna da parte di Federconsumatori. Nella sede di via Pelacano nel capoluogo e in quella di via Plauto a Cesena sarà allestito un apposito ufficio in cui opereranno professionalità legali e medico legali per fornire assistenza e tutela alle vittime di episodi di malasanità.

«Un’esperienza nata dall’esigenza dei cittadini che, per questo tipo di problema, si rivolgono a noi - esordisce Milad Basir, presidente di Federconsumatori -. Infatti da novembre ad oggi ci sono pervenute già una decina di richieste». Si tratta di un’iniziativa regionale che « entro l’estate ci auguriamo di estendere in tutte le province dell’ Emilia Romagna - spiega Fabrizio Ghidini, coordinatore dello sportello -. E’ con grande senso di responsabilità che promuoviamo questa iniziativa che si rivolge ai cittadini che, a seguito di una diagnosi errata o di un intervento chirurgico, hanno subìto un danno». Lo sportello, aperto dal lunedì al venerdì negli orari di ufficio e previo appuntamento, fornirà una prima valutazione legale gratuita al solo costo della tessera grazie alla collaborazione dello studio dell’avvocato Ilic Mambelli. Solo in una fase successiva, se la documentazione fornita dal cittadino presenterà gli estremi per approfondire il caso, si passerà ad una valutazione del medico legale convenzionato che, per Forlì-Cesena, è il dottor Pietro Occhialini.

Lo specialista in materia scriverà una perizia in merito che invierà all’avvocato il quale, per conto di Federconsumatori, procederà in via stragiudiziale per la tutela del cittadino. Se la soluzione proposta non troverà riscontro si dovrà ricorrere alla mediazione e, solamente nel caso in cui non si raggiunga un accordo per il danno subìto, si intraprenderà la causa legale vera e propria. «L’impegno dell’associazione di previdenza sociale è quello di promuovere un servizio in più agendo in un’ottica di risarcimento in sede civile - puntualizza Marcello Santarelli, presidente regionale di Federconsumatori -. Qui lo sforzo è rendere accessibile a tutti la giustizia, per questo prediligiamo la conciliazione: un metodo poco costoso ma anche molto più veloce per arrivare ad una soluzione soddisfacente per entrambe le parti». Per poter fruire del servizio occorre un appuntamento telefonico: a Forlì contattando il numero 0543.371170 (Cgil sede di via Pelacano) e a Cesena rivolgendosi in questo caso allo 0547.642134 (Cgil sede di via Plauto); disponibile anche l’indirizzo federconsumatorifc@gmail.com.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000