FUGA COL PERMESSO PREMIO

Ruba auto, catturato evaso

Carabinieri intervenuti per il furto di un'auto di Start scoprono la vera identità dell'uomo: aveva anche una pistola giocattolo. Napoletano 54enne deve scontare 19 anni, era fuggito a marzo

06/09/2015 - 22:04

 Ruba auto, catturato evaso

FORLÌ. Lo ha tradito il furto di un’auto di Start Romagna. Con la quale forse voleva compiere qualche reato, visto che con sè aveva una pistola giocattolo priva di tappo rosso, contenente munizionamento a salve, guanti in lattice ed abbigliamento per il travisamento. Francesco Grandelli, 54 anni, napoletano, era evaso a marzo dal carcere di Secondigliano, durante un permesso premio. Deve scontare 19 anni per furto, rapina, sequestro di persona, alterazione di armi, lesioni personali ed evasione. E’ stato arrestato dai Carabinieri del Ronco e del Nucleo Operativo e Radiomobile, chiamati proprio per il furto di un’auto della società di trasporti, avvenuto venerdì. L’uomo era stato visto da un dipendente che lo aveva seguito dal Punto Bus, in via Forlanini, dove era stata rubata la Fiat Punto, fino al centro dove era riuscito a intimargli di tornare indietro, prima di essere seminato. Ma l’auto era stata comunque abbandonata. I militari, però lo hanno rintracciato a bordo di un autobus, dove l’uomo aveva cercato di mimetizzarsi con altri passeggeri davanti l’ospedale civile “Morgagni”. Aveva esibito una carta di identità intestata a una persona di Napoli, ma dalla minuziosa verifica del documento emergevano piccole irregolarità da cui si ricavava la sua falsità. Una volta perquisito, i Carabinieri, coordinati dal sostituto procuratore Michela Guidi, rinvenivano una pistola giocattolo, fedele riproduzione di una semiautomatica, priva di tappo rosso, contenente munizionamento a salve, guanti in lattice ed abbigliamento per il travisamento, sottoposti a sequestro poiché ritenuto di probabile utilizzo per la commissione di un delitto. Solo dal successivo controllo dattiloscopico emergevano le vere generalità del fermato, risultando persona da ricercare poiché evaso. Nella circostanza nei suoi confronti è stato notificato un ulteriore provvedimento di carcerazione emesso dal Tribunale di Napoli per un cumulo pena di 19 anni, poiché riconosciuto colpevole di diversi delitti contro la persona ed il patrimonio. Al termine delle attività di rito, l’uomo è stato associato alla locale Casa Circondariale.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c