Domenica 04 Dicembre 2016 | 02:57

SFIDA VINTA

La pizza più lunga del mondo è forlivese

Nardi sbanca l'Expo con 1.595,45 metri

La pizza più lunga del mondo è forlivese

FORLÌ. E’ forlivese il record della pizza più lunga del mondo realizzato l’altra notte all’Expo di Milano con la strabiliante misura di 1.595,45 metri, contro i 1.100 del precedente primato detenuto dalla Spagna.

A Dovilio Nardi, infatti, titolare del ristorante pizzeria “Del Corso” e ai pizzaioli che, da tutta Italia, sono venuti proprio a Forlì per formarsi nella sua scuola “Nipfood”, si deve la regia e la realizzazione di un obiettivo raggiunto dopo 13 ore di cottura e un paio di notti insonni, certificato alle 13.15 da Lorenzo Veltri, uno dei due giudici italiani del Guinness.

E’ stato lui a verificare che la pizza avesse tutti i requisiti necessari: continuità, cottura e commestibilità. Quest’ultima dimostrata anche dal fatto che in poco più di un’ora, successivamente alla proclamazione, 35mila tranci del serpentone sono andati letteralmente “bruciati” tra le migliaia di persone del pubblico che hanno seguito con calore il tentativo. Altri 300 metri, invece, sono stati donati al Banco alimentare che ha fornito 50 volontari e che li distribuirà ai profughi in sosta da giorni alla stazione di Milano. Tra i 75 istruttori pizzaioli arruolati per il record anche suor Mirella Ricci di Savignano sul Rubicone. «Siamo stati dentro l’Expo tre giorni interi - ricorda Nardi - e vorrei sottolineare con orgoglio il risultato raggiunto in sole 12 ore dagli istruttori formatisi ad alto livello tutti a Forlì». Una efficienza che ha permesso di finire addirittura in anticipo rispetto ai tempi fissati dalla direzione dell’Expo, al punto da poter aggiungere altri cento metri di pizza ai quasi 1.500 inizialmente raggiunti. Alle 22 di venerdì sera l’accensione dei forni, anche questi pensati e progettati da Nardi, che hanno lavorato tutta la notte superando anche qualche problema logistico legato alle dimensioni del prodotto che, steso su apposite teglie appoggiate su una lunga sequenza di tavoli a ferro di cavallo, ha occupato 750 metri del Decumano, il viale principale dell’esposizione universale.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000