Sabato 03 Dicembre 2016 | 16:35

TEATRO

Bionda zabaione, vai Maria Pia!

Timo presenta i suoi personaggi questa sera al teatro Comunale: «Una miscellanea di piccole nuvole, dalla tata alla carrellista»

Bionda zabaione, vai Maria Pia!

CERVIA. Ecco la bionda Maria Pia Timo da Faenza; ora badante del duemila, ora terribile tata, simpatica bambina quasi adolescente, carrellista di grido, telefonista rompiballe, ma sempre tanto bionda. Una “Bionda zabaione”, come titola il recital in scena in questo venerdì 17 al teatro Comunale di Cervia alle 21, one woman show da antologia. Scritto e diretto dall’attrice con la dolce metà (nella vita, non sulla scena) Roberto Pozzi.

Timo, come nasce il suo recital… Zabaione?

«Avevo voglia di mettere insieme i miei personaggi, di presentarli in fila in uno spettacolo di cabaret rivestito di teatralità, in forma più ariosa, non ridotta come si deve fare nei pochi minuti televisivi».

La teatralità del resto le appartiene considerando che ha interpretato anche commedie, ad esempio al fianco del collega Vito.

«E, aggiungo, questo mio recital l’avevo inizialmente pensato come una commedia, con un vero copione, dove da sola interpretavo tutti i personaggi. Visto però che si trattava di un lavoro complesso con alcune forzature, per il momento puntiamo su questa miscellanea di piccole nuvole. Il progetto commedia però non l’abbiamo abbandonato, proveremo a realizzarlo in seguito».

Che momento sta vivendo la comicità al femminile?

«Direi sempre molto positivo sul fronte dell’offerta qualitativa. Sono circondata da valide colleghe. Sono convinta che le donne facciano ridere quanto gli uomini, a volte anzi di più. Vi sono inoltre ottime autrici. Mi capita di avvalermi di Viviana Porro capace di dare spunti che né io, né Roberto, riusciamo a raggiungere».

In che modo voi due scrivete i personaggi a quattro mani?

«La collaborazione con mio marito, nata da un rapporto affettuoso, stiamo insieme da 18 anni, non ha un metodo preciso. Il personaggio della tata, nato da una mia idea, è scritto quasi esclusivamente da lui; la telefonista di Zelig Circus invece è molto più mia, per la badante scrive più lui, da Wanda la carrellista mi faccio addirittura impossessare come fossi a una seduta psicanalitica. Insomma, ci aiutiamo in modo sempre diverso».

Come ha ritrovato il mondo dei comici su Zelig 1?

«Ho trovato firme meno popolari o famose, ma colleghi di grande mestiere ed esperienza, da vent’anni avanti e indietro nel cabaret».

Biglietti: euro 20-12. Info: 0544 975166.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000