Martedì 06 Dicembre 2016 | 11:12

E DA BERE?

Effervescenza di qualità

Speciale appuntamento di "Tramonto DiVino" Questa domenica dalle 17 ai Magazzini del sale

Effervescenza di qualità

CERVIA. Saranno le bollicine della Franciacorta, unite ai vini di casa nostra, a rendere brioso il pomeriggio domenicale ai Magazzini del sale di Cervia. Da viale Roma a piazza Garibaldi questa domenica dalle 17 si inizia a festeggiare in attesa del nuovo anno con uno speciale appuntamento di "Tramonto DiVino".

Dopo il trionfo dell’estate, la rassegna enogastronomica torna a far felici tanti appassionati delle eccellenze targate Emilia-Romagna. Ci sarà l’imbarazzo della scelta tra prodotti Dop e Igp – dai prosciutti di Parma e di Modena al parmigiano reggiano, dal prosciutto crudo al sale di Cervia al grana padano, dallo squacquerone ai formaggi di fossa – che potranno essere apprezzati al meglio se abbinati ai vini consigliati dai sommelier di Ais.

Oltre trecento le etichette emiliano-romagnole in degustazione, alle quali si aggiungono quasi quaranta cantine della Franciacorta. Le bollicine fini e numerose dei vini prodotti in questa zona spumantistica d’elezione regaleranno tutta la loro effervescenza nel centro di Cervia che da due anni ospita i migliori nomi della vitivinicoltura di questo territorio che si estende tra il lago d’Iseo e Brescia.

Albana e Sangiovese saranno i padroni di casa e accoglieranno i parenti emiliani: Gutturnio e Ortrugo piacentini, Malvasie parmensi, Pignoletto e Barbera dei Colli bolognesi. Si farà festa come in una grande famiglia e i partecipanti alla manifestazione potranno rivedere e riscoprire alcuni di quei parenti che si “riabbracciano” solo in occasioni speciali come questa.

Accanto ai profumi di fiori e frutta bianchi e ai caratteristici sentori di lievito e crosta di pane degli spumanti, si avvertiranno eleganti e fini note odorose che renderanno maggiormente piacevole la serata. Le aromatiche malvasie si alterneranno con le sfumature vanigliate e mielate dell’albana mentre ricordi di marasca e viola ritorneranno alla mente sorseggiando un corposo e strutturato sangiovese.

Gli ospiti potranno coccolare il palato con le tante prelibatezze della gastronomia locale, rendendo onore all’Emilia-Romagna che è la prima regione italiana per numero di specialità certificate da un marchio. Ingresso: 15 euro (calice, carnet degustazioni vini e specialità gastronomiche).

Milena Ferrari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000