Sabato 01 Ottobre 2016 | 08:59

Più letti oggi

TEATRO

Il mentalista Francesco Tesei pronto a ipnotizzare il Goldoni

A Bagnacavallo arriva lo spettacolo "Mind juggler", alla scoperta delle "magie" dell'inconscio

Il mentalista Francesco Tesei pronto a ipnotizzare il Goldoni

BAGNACAVALLO. È il “mentalista” Francesco Tesei, giovedì 16 gennaio (ore 21) la “star” del teatro Goldoni di Bagnacavallo, con il suo “Mind juggler”. “giocatore della mente”, Tesei conduce il pubblico alla scoperta delle magie dell’inconscio.

«In realtà, di “magico” non c’è proprio niente – spiegava in un’intervista di qualche tempo fa al nostro giornale il “mentalista” forlivese – : la mia è una forma artistica che coniuga elementi scientifici di psicologia e illusionismo. Per quindici anni ho fatto l’illusionista in tutto il mondo, sempre con l’idea di divertire e stupire, a un certo punto, però, questo “giocoso inganno” mi è stato stretto. Il “mentalismo” mi ha permesso invece di affrontare domande tipiche dell’uomo: quanto sono libero e quanto condizionabile? Esistono le coincidenze? E poi, su tutte: quanto siamo collegati gli uni agli altri? In scena avviene questo: un utilizzo della mente più efficace di quello solito, un momento in cui il mio personaggio spettacolarizza la sua capacità di leggere e interpretare i segnali della comunicazione non verbale».

Fortemente interattivo e diverso a ogni esibizione, “Mind juggler” ogni sera coinvolge 25-30 spettatori: di loro Tesei studia i movimenti istintivi, le scelte dell’abbigliamento… ed è proprio in questo modo che riesce a “leggerne” i pensieri, a volte addirittura condizionandoli. Si scende la scaletta del palcoscenico, divertiti, ma chiedendosi se le risposte date siano proprio le nostre, o siano state “dettate” dal brioso “mentalista”.

«Tutto però è molto giocoso – commenta Tesei –, anzi all’inizio della serata sottolineo che non possiedo “poteri”. Se “magia” c’è, è tirare fuori dalle persone il meglio che hanno, guidandole ad accedere a risorse celate nel loro inconscio: come dice Milton Erickson per cui “ognuno di noi è molto di più di ciò che pensa di essere e sa molto più di ciò che pensa di sapere”. Io fornisco solo le “chiavi” per accedere a quell’inconscio e realizzare piccoli “miracoli”».

Biglietti: 11-19 euro. Info e prenotazioni: 0545 643300 www.accademiaperduta.

(m.t.i.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000