Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 09:39

RIMINI A 70 ANNI DALLA LIBERAZIONE

"Pur l'avvenir siam noi"

Racconti di guerra e di rinascita di una città

 "Pur l'avvenir siam noi"

RIMINI. …Pur l’avvenir siam noi. Racconti di guerra è la mostra che riporta Rimini nel 1944, città provata dai bombardamenti ma pronta a risollevarsi. Curata dalla Biblioteca Gambalunga, del Consorzio dei Saperi e dallo studio fotografico Morosetti, l’esposizione si inaugurerà alla Far domenica 21 settembre alle 18.30, in occasione dei settant’anni della Liberazione della città dall’occupazione nazi-fascista.

La mostra propone di riportare lo sguardo della comunità su uno dei momenti più bui della sua storia, rimettendo in scena le memorie individuali e pubbliche di quel passato. L’intera città in qualche misura diventa un set di posa per la sezione “Ricostruire Rimini”, curata dallo studio fotografico Morosetti, che affronta, attraverso un doppio sguardo temporale, il dramma della guerra. L’occhio di una macchina fotografica torna ad aprirsi cercando le medesime prospettive che il fotografo riminese Angelo Moretti scattò a partire dal 1944, registrando le stratificazioni di una città che subì quasi quattrocento incursioni e bombardamenti aerei, rimanendo interamente seppellita dalle macerie.

Il percorso prosegue con la sezione “Le carte della memoria. Immagini e documenti della città in guerra nelle collezioni della Biblioteca Gambalunga”, a cura di Oriana Maroni con la collaborazione di Nadia Bizzocchi, in cui vengono messi in mostra documenti noti alla storiografia, ma anche alcuni inediti o poco conosciuti.

Vi è poi una sezione multimediale in cui sono raccolti interviste a testimoni, letture, paesaggi sonori e il documentario dal titolo L’offensiva della Linea Gotica e la liberazione di Rimini, prodotto dalla Gambalunga nel 1979.

La mostra, realizzata con il contributo del Comune di Rimini, del Rotary Club e della Pesaresi Giuseppe Costruzioni, è stata coordinata da Angela Piegari, Mila Fumini, Egisto Seriacopi.

L’inaugurazione sarà preceduta dalla presentazione della app e del percorso guidato “Tra le vie della memoria. Itinerari della città di Rimini 1943-1945”. Partenza alle 16 all’Arco d’Augusto, arrivo a Palazzo Gambalunga alle 17.30 con inaugurazione della mostra fotografica 100.000 fratelli d’Italia. Sfollati d’Italia a San Marino durante la seconda guerra mondiale, curata da Angelo Turchini e promossa dall’Istituto storico di Rimini con la collaborazione della biblioteca.

Fino al 23 novembre, 10-13 e 16-20

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000