Domenica 04 Dicembre 2016 | 04:52

LONGIANO

"Emotional cabaret" NicoNote a Longiano «Lavoro in sottrazione»

"Emotional cabaret" NicoNote a Longiano «Lavoro in sottrazione»

LONGIANO. Quante facce ha Nicoletta Magalotti? Lungo quante strade ha portato la sua inconfondibile voce? E quanti incontri emozionanti ha collezionato in 30 anni di carriera? La ascolti, ma non la conosci. La vedi, ma la prossima volta sarà diversa. Cento artiste in una, fenomenale, potente, singolare. Con la capacità di fondere il teatro e la canzone senza dover scegliere, senza chiedere al pubblico di decidere. Con l’abilità di attraversare lievemente la sofisticata poesia romagnola di Lello Baldini e condurla fino a Brahms. Un talento sfaccettato, il suo, eppure così identitario, si potrebbe dire “polare”, da averla portata dalla New Wave anni Ottanta dei Violet Eves al teatro musicale di Brecht senza mai perdersi. Nel frattempo creando mondi e situazioni musicali da una consolle: quella del Cocoricò, dove negli anni Novanta inventò il surreale spazio “Morphine”, o quella del recente Capodanno riminese quando, sempre affiancata dal dj David Love Calò, ha tenuto banco all’interno del teatro Galli.

Nicoletta – nata a Rimini nel 1962 – cammina e cuce, assorbe e rimodella: è stata attrice per la Raffaello Sanzio e si è confrontata con Fellini nella “Notte rosa”, ha incontrato Tenco e sposato i Tuxedomoon, e nel suo mondo mitteleuropeo (di sangue, oltre che di cultura) ha saputo includere Henry Purcell o la Monica Vitti de “I crauti” .

In questi mesi NicoNote (questo il nome scelto per la scena) sta lavorando a un nuovo progetto: un primo studio è stato presentato a Natale al Lavatoio di Santarcangelo; ora, al termine di un’altra residenza, sarà questa sera al teatro Petrella di Longiano con il suo “Emotional cabaret” prodotto in collaborazione con l’Arboreto di Mondaino. Qui la musica di Daniele Marzi, batteria, e Alfredo Nuti Dal Portone, chitarra, gioca un ruolo fondamentale, e questo cabaret dadaista e poliglotta ha le solide basi di un concerto rock (nel senso più ampio del termine) venato di una buona dose di ironia: «Cerchiamo di lavorare in sottrazione, non mi interessa esibire» spiega l’artista. Ma quello che Nico vuole soprattutto sottolineare è che “Emotional cabaret” è «un lavoro per sua natura in divenire, un concerto in continua evoluzione, così come le nostre emozioni. Il titolo suggerisce piste sotterranee: c’è quella emozionale, umorale, e c’è il cabaret come teatro, ma anche come rimando a un’attitudine dadaista a depistare, decontestualizzare, creando scompiglio, mettendo insieme generi differenti».

La musica di Marzi e Nuti Dal Portone è una parte importante del progetto.

«È stato un incontro fortunato, il mio obiettivo era portarli dentro un viaggio e trovare una traiettoria che potesse fare esprimere il loro grande talento. Hanno una sensibilità a me molto affine, e con loro ho avuto la possibilità di lavorare molto sull’improvvisazione e sulla creazione di un linguaggio originale e personalissimo. Per me era davvero importante trovare compagni che raccogliessero questa sfida, per poter creare un mondo sonoro che oggi mi rappresenti e che esprima un sentimento del tempo».

Uno spettacolo che cambia sempre, e che per questo avrà una numerazione progressiva, adattandosi di volta in volta allo spazio, quello di un teatro o quello di un bar sgangherato. E a legare il tutto, un cavolfiore come icona.

«Non si tratta solo di cambiare scaletta, ma di introdurre moduli improvvisativi differenti, aggiungendo nuovi brani, magari provati meno di altri. Significa prendere un rischio, creare qualcosa di vitale, ogni volta una serata unica: quello che mi interessa è la condivisione».

“Emotional cabaret” sarà poi presentato il 14 febbraio a Ebensee, in Austria. Dal 21 al 29 aprile il gruppo terrà una residenza di lavoro a Le Mans, in Francia. Qui Nicoletta, insieme al saggista e drammaturgo Luca Scarlini, lavorerà anche a un nuovo progetto. E poi forse, chissà, dopo “Alphabe dream” uscito a giugno, si riuscirà a fermare l’attimo traducendo “Emotional cabaret” in un nuovo disco.

Ore 21. Ingresso libero.

Info: 0547 665113

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000