Venerdì 09 Dicembre 2016 | 04:46

ARTISTI IN PIAZZA A PENNABILLLI

I busker diventano maggiorenni

Dal 5 all'8 giugno. Il festival giunge alla sua 18ª edizione. Il biglietto aumenta di 2 euro ma parcheggio gratis

 I busker diventano maggiorenni

 

PENNABILLI. Già dal 1998 Pennabilli ha decretato di essere “Amico degli artisti di strada”, come indicano i cartelli all’ingresso. Non è un caso che qui prenderà avvio il 5 giugno per proseguire fino all’8, il Festival internazionale dell’Arte in strada, giunto, come sottolineato ieri in conferenza stampa dal Presidente della Provincia Vitali, alla sua maggiore età. Compie 18 anni, che hanno contribuito a far conoscere la valle, portando migliaia di visitatori e ottenendo servizi giornalistici ad ampio raggio. Ciò ha anche diffuso la cultura legata alle variegate forme d’arte basate sulla presenza dei buskers, artisti a tutti gli effetti, da cui il titolo della manifestazione pennese Artisti in piazza.

Questa edizione, come precisato dal fondatore e direttore artistico, Enrico Partisani, «punta ad aumentare la felicità interna lorda delle persone. Già la si è misurata, basta guardare le foto e osservare i volti sorridenti, poi lo sappiamo dalle interviste, dai commenti ma il nostro obiettivo è accrescere la percentuale anche dello 0,01%». Da qui l’idea di inserire, collocandole in punti segreti della città, panchine sociali, create con scarti di segheria dagli allievi del Laboratorio di design urbano sostenibile curato da Manolo Benvenuti. E tra un’esibizione e l’altra di saltimbanchi, giocolieri, cantastorie, giullari e satiri, ma anche musicisti, attori di nuovo circo e teatro di strada, si può imparare l’arte della risata, frequentando il work-shop dell’Accademia della risata e partecipare allo spettacolo “La voce delle cose”, dove il pubblico diventa attore. Nei 4 giorni, giovedì dalle 19 e gli altri giorni dalle 15 fino alle 3, nelle 22 postazioni dislocate nel centro storico e dintorni, si esibiranno oltre 200 artisti e 61 compagnie, provenienti dai cinque continenti, impegnati in oltre 400 spettacoli di musica, teatro, danza e arte di strada, tra cui moltissime anteprime nazionali e internazionali. Più di 250 i volontari al lavoro. Si prevede di bissare l’affluenza di oltre 40.000 presenze. Quest’anno il biglietto, sabato e domenica, aumenta di 2 euro, ma sparisce il costo del parcheggio. In arrivo artisti di fama tra cui per la prima volta lo statunitense Paul Morocco e Leo Bassi, giocoliere, attore comico spagnolo. Ci sarà Michele Cafaggi, il primo artista italiano creatore di uno spettacolo dedicato alle bolle di sapone. Sul fronte musicale i circa 20 gruppi che provengono da tutto il mondo sono in grado di proporre tutti i generi. Tra questi gli Etran Finatawa appartenenti a due etnie del Niger, i Tuareg e i Wodaabe, primi ad utilizzare le canzoni e la musica del popolo Wodaabe in un contesto moderno. The Sirens invece sono un trio australiano al femminile. Mentre Violentango è il quintetto argentino che porta il ritmo di una musica sensuale rivisitata. Tra le novità il tendone da circo, collocato accanto al Palacirco, del neonato Side cirque, collettivo composto dalle compagnie Siede Kunts, Zirkus Frak e Compagnia autonoma Tenenti; il progetto “Rimini Net Radio”, che trasmetterà in diretta il festival e la realizzazione di un film che porterà a far volare una balena a Pennabilli, come anticipa la cartolina. Programma sul sito www.artistiinpiazza.com.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000