Lunedì 26 Settembre 2016 | 07:20

IL LIBRO

Il magico mare d'inverno di Luigi Tazzari

Il fotografo ravennate presenta il suo nuovo libro. Scatti evocativi realizzati nella nevicata del 2012

Il magico mare d'inverno di Luigi Tazzari

RAVENNA. Diciamo la verità: chi non si è mai cimentato con una macchina fotografica, o anche solo con uno smartphone, a ritrarre il mare in inverno? Le brume mattutine, il mare che si infrange sulla sabbia, le conchiglie e i rami sbiancati dall’acqua... Però, è indubitabile, ci sono foto e foto. E probabilmente poche di quelle scattate da noi semplici fotoamatori possono competere con l’incanto delle immagini di Luigi Tazzari.

Le fotografie realizzate da Tazzari nel suo nuovo libro Mare d’inverno (Damiani editore) si distinguono rispetto alla sua produzione precedente in quanto meno esplicite: questa volta prendono infatti le distanze dalla conoscenza pregressa del luogo, tolgono inizialmente al fruitore ogni elemento utile alla collocazione geografica del paesaggio. L’area fotografata è quella che l’autore ha documentato più volte nel corso della sua carriera, in questa occasione però ne risulta difficile la riconoscibilità. Soltanto dopo un graduale svelamento si rende possibile l’identificazione di elementi codificabili.

Tazzari ci mette in una condizione visiva in cui la linea dell’orizzonte e il candore dell’immagine diventano gli elementi predominanti. Queste enormi distese di neve che contrastano con il grigiore del cielo lasciano pensare a un paesaggio artico. Inizialmente non si percepisce nessuna forma, nessuna presenza umana, poi qualche elemento geometrico affiora, lascia pensare all’intervento dell’uomo, ma la sua figura comprare in una sola immagine. Poco a poco aumentano gli indizi che portano a riconoscere nel paesaggio misterioso le tracce di quelle spiagge romagnole che Tazzari ha ampiamente esplorato.

Il libro Mare d’inverno verrà presentato oggi a Casa Melandri dal Centro Relazioni Culturali per il 40° ciclo annuale degli Incontri letterari. Appuntamento alle 18. Sono previste proiezioni. Partecipa il giornalista Luca Manservisi. Ingresso libero.

Info: 0544 39972

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000