Venerdì 09 Dicembre 2016 | 12:29

Più letti oggi

 

17 MAGGIO CONTRO L'OMOFOBIA

Flash mob, fotografie e biciclettata

Tutti insieme nel nome dell'amore. Si celebra la Giornata internazionale indetta dall'Europa. A Riccione la catena umana

 Flash mob, fotografie e biciclettata

RIMINI. Il bacio più lungo del mondo per dire “no” all’omofobia. Una catena umana che si snoderà lungo viale Ceccarini a Riccione tra balli, cabaret, concerti live e animazioni gustando naturalmente piadina e nutella.

È l’evento-flash mob organizzato dall’associazione Universal Pleasure in occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia che cade il 17 maggio. L’appuntamento è dunque per domani a partire dalle 20 nel centralissimo viale di Riccione.

Sarà una serata all’insegna del divertimento, della musica, del ballo. E proprio in questo contesto sarà l’occasione per lanciare un messaggio forte contro l’omofobia, contro la paura di chi appare diverso, contro la paura di chi vuole vivere pienamente la propria libertà d’amare.

Un messaggio di rispetto. Perché proprio il “sì al rispetto” è la parola d’ordine di Universal Pleasure, l’associazione fondata da Irene Benedetti.

Il programma prevede l’esibizione delle scuole di danza, la performance dei cosplayer e altre animazioni a sorpresa. Spazio alla musica live, con il concerto dei Jamiromania, e al cabaret, con le battute di Sasà Spasiano che condurrà la serata insieme a Irene Benedetti, in arte Irri Bene.

Ma il momento clou della giornata sarà caratterizzato dalla catena umana che occuperà viale Ceccarini per scambiarsi il bacio più lungo del mondo, guancia dopo guancia. E naturalmente il ballo con la coreografia studiata per il flash mob (per chi vuole ripassare i passi, c’è il video su Youtube cercando “flash mob Universal Pleasure Riccione 2014”). Il tutto con la diretta radio curata da Radio Studio Più.

Durante la serata verranno premiate anche le foto scelte dalla giuria come vincitrici del contest Libertà d’amare. E il chiosco allestito da RiccionePiadina offrirà a tutti piadina e Nutella.

Gli organizzatori invitano tutti i partecipenti a portarsi un rossetto rosso...

Ma non è finita. La Giornata contro l’omofobia e la transfobia il 17 maggio si celebra anche a Rimini con l’organizzazione di Arcigay sotto il titolo di “RiminiAmore 2014”.

Si comincia domani dalle 16 alla libreria Feltrinelli con l’anteprima nazionale del nuovo libro di Maura Chiulli Dieci giorni (Hacca edizioni) a cui partecipano la giornalista Vera Bessone e Marco Lazzarotto Muratori, psichiatra e psicoterapeuta.

Sono i corpi i protagonisti di questo nuovo romanzo della scrittrice e performer pescarese che ha vissuto a lungo a Rimini: il libro si apre e si chiude nel tempo di dieci giorni. I corpi raccontano i carnefici e le vittime, e mostrano – per quanto annullati e camuffati – che le colpe, certe colpe, non si possono cancellare.

Dalle 17 ritrovo in bici e partenza dall’Arco d’Augusto: si pedala fino a piazzale Gondar, a Bellariva, per finire con un aperitivo al Fuera. In questo modo il circolo Arcigay “Alan M. Turing”, in collaborazione con la Uisp, vuole dare un segnale contro l’inasprimento della violenza e contro l’omofobia che si respira in Italia. La Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia, istituita nel 2007 dall’Unione Europea, è perciò una occasione particolarmente importante.

Prima della partenza della biciclettata interverranno – alle 17 all’Arco d’Augusto – l’assessora Nadia Rossi, il consigliere regionale Franco Grillini e la sindaca di Coriano Domenica Spinelli. Sarà possibile anche usufruire del servizio di bike sharing per chi non possiede una bicicletta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000