Giovedì 08 Dicembre 2016 | 01:02

SAN MARINO

Dario Fo: «Vi racconto il Senato di Franca»

Il 25 aprile in scenacon il testo della Rame

Dario Fo: «Vi racconto il Senato di Franca»

SAN MARINO. Un graditissimo ritorno, quello di Dario Fo a San Marino, dove ormai il premio Nobel per la letteratura è di casa.

Il grande giullare del teatro italiano proporrà il 25 aprile lo spettacolo “In fuga dal Senato”, testimonianza civile e politica della scvomparsa moglie Franca Rame, tratta dal libro ultimato negli ultimi giorni di vita dell’attrice.

Fo sarà sul palcoscenico del teatro Nuovo di Dogana per raccontare l’esperienza oggi più che mai attuale della sua compagna di una vita; una testimonianza dai risvolti comici ricca di nomi, storie e circostanze e portata in scena dal premio Nobel con tre giovani attori: Maria Chiara Di Marco, Roberta De Stefano e Jacopo Zerbo.

Trattp dal libro omonimo edito da Chiarelettere (Milano 2013), si tratta del prezioso lascito in cui Franca Rame ripercorre l’amara esperienza vissuta in Parlamento tra il 2006 e il 2008, un viaggio della durata di 19 mesi nel luogo che l’attrice definisce “il frigorifero dei sentimenti”, narrato senza mediazioni e con la sensibilità teatrale e comica di chi è stata da sempre sulla scena; un racconto drammatico e al contempo grottesco legato a doppio filo all’impegno civile e politico durato per decenni e mai terminato, nemmeno dopo le sofferte dimissioni.

Dice Fo: «Franca ha detto e ripetuto, nei suoi scritti e negli interventi sia in teatro che in dibattiti pubblici, che noi stiamo vivendo in una società il cui programma fondamentale è: disinformare. Cioè attraverso la gran parte degli interventi televisivi, radiofonici, giornalistici, arrivare a ubriacare un pubblico a forza di fandonie e notizie scandalistiche ad effetto per giungere a ipnotizzare la gente dentro una caterva di interventi banali, vuoti di ogni valore culturale e soprattutto manipolati, cioè falsi. Perciò Franca ha voluto lasciare soprattutto ai giovani e in particolare alle donne questo scritto, frutto di un’esperienza che parte dalla sua giovinezza, dalle lotte sociali, gli interventi contro lo sfruttamento del lavoro spesso mafioso, contro le guerre di conquista camuffate da battaglie per la pace ma tempestate di cadaveri… Fino alla sua ultima esperienza, quella in Senato, e alle sue sofferte dimissioni».

Ingresso, 20 euro.

www.sanmarinoticket.com

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000