Venerdì 09 Dicembre 2016 | 04:46

MUSICA

Elio, storie tese... verso Rossini

Da baritono a teatro con Prosseda

Elio, storie tese... verso Rossini

LUGO. Non è “X Factor” e neppure il festival di Sanremo, ma il Lugo opera festival, che prosegue questa sera alle 20,30 al teatro Rossini con uno degli appuntamenti più attesi e senza’altro più scanzonati della stagione.

Quello con Elio (delle Storie Tese) e il pianista Roberto Prosseda nello spettacolo “Bianchi, Rossini e Verdi (omaggio al canto tricolore)”, musiche di Mozart, Rossini, Weill, anonimi giapponesi e Luca Lombardi.

È un omaggio specialissimo al mondo dell’opera, riletta in chiave ironica e surreale dal geniale cantante Elio, al secolo Stefano Belisari, fondatore dello storico gruppo demenziale nel 1980, autore di innumerevoli invenzioni sul filo dell’ironia e del surrealismo, non ultimo il personale omaggio a Rossini effettuato sul palco di Sanremo 2013.

Da alcuni anni Elio è dedito con grande successo a spettacoli di musica da camera ospitati nei cartelloni sinfonici e nei festival. Giunge ora al Lugo Opera Festival il suo particolare omaggio alla lirica in cui avrà modo di esibire le sue notevoli capacità baritonali al fianco di Roberto Prosseda, un pianista di estrazione colta, irreprensibile virtuoso, grande interprete delle opere di Mendelssohn (di cui ha curato una fortunata integrale per la prestigiosa etichetta inglese Decca) ma, come Elio, curioso e instancabile nell’esplorare esperienze extramusicali: ricordiamo la sua recente idea di sfidarsi alla tastiera con un robot travestito da pianista (TeoTronico), oppure il suo impegno nella riscoperta del repertorio per “piano pedalier” (il doppio pianoforte a due tastiere che conobbe una certa fortuna in pieno Ottocento) col quale si è affermato internazionalmente.

La strana coppia Elio-Prosseda farà certamente scaturire una serata di spettacolo e divertimento all’insegna del gusto e dell’intelligenza musicale.

“L’intento è quello di far ascoltare a chi non avrebbe mai avuto l’occasione o la voglia di farlo della buona musica, senza etichette di genere, sperando che poi se ne innamorino come è accaduto a me», Queste le parole di Elio per presentare il concerto che altro non è che un viaggio originale, divertente e raffinato nella storia della musica classica italiana e non solo, da Rossini a Mozart, che vedrà Elio interpretare Don Giovanni e il Barbiere di Siviglia, così come odi musicali alla zanzara, al criceto e al moscerino.

Informazioni e prenotazioni: 0545 38542; info@teatrorossini.it; www.teatrorossini.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000