Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 09:39

RICORDANDO TONINO GUERRA

Marzo è il più poetico dei mesi

Celebrazioni per il poeta scomparso due anni fa. Progetto per la nascita di un parco letterario

 Marzo è il più poetico dei mesi

SANTARCANGELO. Titolo Le giornate di marzo per Tonino ed è subito chiaro che si tratta di Guerra, che il 16 avrebbe compiuto 94 anni, mentre il 21 è il giorno in cui due anni fa è scomparso.

Il programma delle celebrazioni struttura un ricco cartellone, con location nella sua Santarcangelo e a Pennabilli ma anche in diverse altre città e a Mosca, con omaggi alla memoria e proposte di progetti futuri per valorizzare la sua opera in relazione al territorio e alla crescita culturale e turistica dello stesso. Tra i momenti che focalizzano questi obiettivi chiave per il territorio, che comprende Romagna e Montefeltro, c’è la presentazione (il 16 alle 17) di un progetto per la creazione di un museo diffuso o parco letterario che si chiamerà Mondo di Tonino Guerra per valorizzarne l’opera poetica, letteraria e artistica in relazione al paesaggio in cui è stata creata, a cui si è ispirato e dove ha lasciato segni concreti come fontane, parchi, installazioni. Altro evento quello del 21 (ore 10.30) che passa sotto il titolo Sono i poeti a creare la memoria e che soggiace all’intitolazione a Guerra del polo scolastico superiore di Novafeltria.

Santarcangelo e Pennabilli la fanno da protagoniste con allestimenti e proposte ma anche l’intera valle e le aree limitrofe sono coinvolte. Non a caso il cartellone si apre in contemporanea a Santarcangelo, a Pennabilli e a Longiano. Nella sua città natale il 15 e il 16 al Supercinema, sala Wenders, è programmata una non stop di proiezioni intitolata Tonino giorno e notte. Al teatro Vittoria (ore 21) a Pennabilli lo spettacolo di Anita Giovannini In punta di piedi. A Longiano, teatro Petrella, (ore 21) la Filodrammatica Lele Marini debutta con l’omonimo lavoro tratto dal libro del maestro Odiséa. Viaggio del poeta con Ulisse.

Il 16 a Mosca la tv russa dedicherà una speciale trasmissione al maestro e il Teatro Drammatico metterà in scena sue due opere, mentre nel foyer sarà allestita una mostra fotografica. Sempre il 16 a Santarcangelo (ore 10) Tour Tonino sulle orme della bellezza: una passeggiata per ritrovare i luoghi guerriani. A seguire l’inaugurazione della mostra Trittico al museo, presso il museo “Il mondo di Tonino Guerra”, dove per la prima volta vengono esposti tre ritratti del poeta firmati da Fellini, realizzati tra il 1970 e l’80. Alle 12 in municipio si inaugura un’altra esposizione. Si intitola Tributo alla parola e la parola è niente di meno che “Amarcord” che, sosteneva Guerra «è nata a Santarcangelo». A conclusione del vernissage partenza (ore 13) de Il viaggio nell’albero dell’acqua, un percorso sulla corriera della poesia per attraversare i luoghi dell’anima e condurre i passeggeri a Pennabilli. Alle 16.30 appuntamento pennese alla Roccia del poeta con i sindaci e un ospite d’onore: Carlin Petrini. Alle 17 a due passi, nella sede dell’Associazione, l’intervento di Luca Cesari sul progetto di parco letterario. Il 21 (dalle 10.30) a Novafeltria cerimonia di intitolazione della scuola con relazione speciale di Sergio Zavoli e inedite interviste degli studenti ai registi Rosi e Tornatore. La serata prosegue a Pennabilli con giovani talenti russi della lirica che si esibiranno al teatro Vittoria nel Concerto in memoria.

Chiusura delle celebrazioni il 22 a Rimini, alla Cineteca, dove sarà proiettato Ginger e Fred in omaggio a Guerra e a Giulietta Masina, a vent’anni dalla morte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000