SANTARCANGELO

In attesa del 2018 il festival apre una finestra: gratis

Da oggi a maggio prove aperte degli spettacoli, incontri con gli artisti e residenze in divenire

09/11/2017 - 11:59

In attesa del 2018 il festival apre una finestra: gratis

SANTARCANGELO. Il “Santarcangelo festival” non va affatto in letargo, anzi intende scaldare l’inverno degli appassionati di teatro con una “finestra” sulle attività in corso, che si apre oggi e continuerà fino a maggio. Si tratta di appuntamenti gratuiti tra prove aperte, incontri con artisti, attività di residenza e condivisione di lavori in divenire.

Il festival ospita infatti ogni anno quasi 200 artisti italiani e internazionali; mese dopo mese, sviluppano qui le basi dei loro lavori e tracciano nuovi percorsi: gli artisti ospiti di novembre saranno Elisa Pol e Valerio Sirna (questa sera alle ore 21 al Lavatoio); Camilla Monga (giovedì 16 novembre ore 21, Lavatoio).

Da segnalare poi il ritorno di “Wash up” (sei appuntamenti in totale): dopo il successo della prima edizione, tornano i cinque teenager tra i 15 e i 20 anni che diventano co-curatori artistici della programmazione del Lavatoio: una centrifuga di pratiche, un “duello” tra generi differenti. Ospiti del primo appuntamento, l’elettro-acustica di Halfcastle e la forza metal di ?Alos.

Infine Sarah Victoria Barberis proporrà il suo documentario sullo spettacolo del 2016 “Azdora” (martedì 28 novembre ore 21, Supercinema).

Si parte quindi oggi con Elisa Pol e Valerio Sirna e la loro prova aperta de “I giardini di Kansington. Capitolo 1: il litigio”.

Un soggiorno. Pochi elementi delineano una certa atmosfera borghese, una poltrona, una lampada. Un oggetto non identificato – un liquido rappreso? una nuvola? un ammasso roccioso? – aleggia e incombe sulla stanza. Due coniugi, con le loro presenze annoiate, sottili, tese, sporadiche ed eleganti, dolci e litigiose, vicine e distanti, nell'intimità di non aver nulla da dirsi, tra i cali e i picchi fisiologici della relazione.

Un percorso drammaturgico suddiviso in tre atti: il litigio, il rifugio, il trasloco. Lo scorrere di un tempo imprecisato, un giorno, un anno, una vita, apre delle smagliature nella quotidianità; le pose più ovvie del vivere domestico, mangiare, sedere su una poltrona, leggere un giornale, si caricano di elementi inspiegabili e inaspettati.

Gli appuntamenti saranno spesso arricchiti da degustazioni, anche queste gratuite, offerte dalle aziende santarcangiolesi.

Info: 0541 626185

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c