RAVENNA

Il meglio della produzione artistica “dark”

Anche quest'anno l’autunno sarà all'insegna del brivido

di IACOPO GARDELLI

05/10/2017 - 09:00

Il meglio della produzione artistica “dark”


RAVENNA. Anche quest'anno l’autunno ravennate sarà all'insegna del brivido, grazie ai film e alla letteratura di genere di due festival indipendenti ma “intersecati”. Parliamo del “Ravenna Nightmare film fest” e di “Gialloluna neronotte”, diretti rispettivamente da Franco Calandrini e Nevio Galeati, che uniscono le forze per offrire al pubblico il meglio della produzione artistica cosiddetta dark. Il tutto dal 28 ottobre al 5 novembre, in diversi spazi della città come il Palacongressi, l'Astoria e il CinemaCity, tra produzione locale e grandi artisti internazionali.


Gli appuntamenti del Nightmare
Saranno più di 30 i film proposti al pubblico. Sette i lungometraggi in lizza per vincere l'anello d'oro, tra cui “Midnighters” dei fratelli Ramsay (registi di “The walking dead”) o “The child remains” di Michael Melski.
A fianco dei lungometraggi, il concorso internazionale per cortometraggi, in collaborazione col Circolo Sogni Antonio Ricci.
L'altra parte del festival è dedicata alla celebrazione del passato. L'opening night sarà un omaggio al film “Nirvana” di Gabriele Salvatores, che compie 20 anni; ma si spazia da “Metropolis” di Fritz Lang a “Il terzo uomo” di Carol Reed, fino ad arrivare a un vero cult come “Eraserhead” di David Lynch.
Da citare due appuntamenti speciali: il classico “Nosferatu” di Murnau sarà musicato dal vivo da Marco Dalpane; inoltre, sarà proiettato “Cosa avete fatto a Solange” di Massimo Dallamano, alla presenza dell'attore Fabio Testi. Altre tre sezioni arricchiranno il cartellone: “EstAsia”, dedicata al cinema asiatico; “Contemporanea”, spazio non competitivo per i titoli vincitori di altri festival; “Off screen”, incontri fuori dalla sala proiezioni.

Gialloluna neronotte
La programmazione di quest'anno spazia come sempre da grandi maestri della narrazione ad autori esordienti. Ci saranno Valerio Evangelisti, col suo nuovo libro “Eymerich risorge”, e il ravennate Alessandro Fabbri, sceneggiatore della serie tv “1992” e “Il ragazzo invisibile”; ma sono da citare anche Gianfranco Mascia, Angelo Berti, Annamaria Fassio, Franco Forte, Barbara Baraldi e l'esordiente Sara Kim Fattorini. Appuntamento con l'editoria il 1° novembre, quando si presenteranno piccole case indipendenti come la nostrana Clown Bianco. Il 3 novembre la serata di premiazione dei vincitori della 5ª edizione del concorso per racconti inediti, organizzata assieme alla collana “Il Giallo Mondadori”.


Info: gialloluna.com
Info: ravennanightmare.it

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c