Mercoledì 23 Agosto 2017 | 23:14

Più letti oggi

LAURA PAUSINI

La stazione di Solarolo nel video in lizza per i Grammy

Omaggio al paese che l'ha vista crescere

La stazione di Solarolo nel videoin lizza per i Grammy

Il video girato da Laura Pausini davanti alla stazione ferroviaria di Solarolo

 

SOLAROLO. C’è anche la stazione ferroviaria di Solarolo nel video di Laura Pausini del singolo “Per la musica”. E’ un grande omaggio al paese che l’ha vista crescere come artista, girato per il brano contenuto nell’album “Simili”. Album la cui versione in spagnolo “Similares” ha ottenuto la nomination al “Grammy award 2017” nella categoria “Best latin pop album”. Lo stesso prestigioso riconoscimento era già stato conquistato dalla cantante solarolese nel 2006 con “Escucha”. Prima di lei, l'ultimo artista italiano ad aver conquistato un “Grammy award” era stato Domenico Modugno nel lontano 1958 con “Nel blu dipinto di blu”.

Nel video la cantante solarolese si aggira sotto la pensilina della stazione, passa un treno ma non si sente: è la sua voce che s’innalza da questo “pulpito sul mondo” e si estende a tutti i continenti. Da qui si aprono infatti flash in cui sono i suoi fan a suonare e ad accompagnarla nei loro luoghi di origine: dalla Francia alla Serbia, dalla Colombia agli Usa, dal Giappone al Gambia, dalla Russia all’Inghilterra e a tante altre nazioni in cui Laura è ultra popolare.

Il messaggio incita a liberarsi dai pregiudizi e a camminare fianco a fianco attraverso la musica, finora unica garanzia di pace e armonia fra i popoli. In occasione della nomination è stato realizzato un nuovo video per il brano “200 note”, uno dei più amati dal pubblico, sempre tratto dall'album “Simili”. Lo ha presentato il critico Vincenzo Mollica in Rai il 15 gennaio.

Nella stessa sezione “Album pop latino” sono altri quattro i nominati insieme a Laura Pausini: Jesse & Joy (“Un besito más”), Gaby Moreno (“Illusión”) e Sanalejo (“Seguir latiendo”).

In corsa nella sezione “Miglior album pop tradizionale” (“Best traditional pop vocal album”) c’è anche Andrea Boccelli (“Cinema”) che dovrà vedersela con il Nobel per la letteratura Bob Dylan (“Fallen angels”), Josh Groban (“Stages live”), Willie Nelson (“Summertime: Willie Nelson sings Gershwin”), Barbra Streisand (“Encore: movie partners sing broadway”). La 59ª edizione dei “Grammy awards” si svolgerà il 12 febbraio allo Staples center di Los Angeles, in California. Sarà condotta da James Corden e trasmessa dalla Cbs. L'artista maggiormente premiata (nove Grammy) è la cantante Beyoncé.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000