Venerdì 30 Settembre 2016 | 01:43

LE SAGRE

Ecco cosa fare nel weekend

I consigli del Corriere

Ecco cosa fare nel weekend

Ciocopaese a Riccione

Maestri pasticcieri e cioccolatieri sono già pronti dietro ai loro banchi di assaggio per accogliere, da venerdì 16 sino a domenica 18 ottobre, i visitatori della decima edizione di Ciocopaese, dolce evento organizzato dal comitato Riccione Paese. Dalle 15.30 gli stand del cioccolato inviteranno tutti i golosi a provare l’irresistibile “cibo degli dei” dalle riconosciute proprietà euforizzanti e antidepressive. Laboratori, show cooking e incontri di degustazione saranno organizzati in questi tre giorni per far apprezzare al pubblico questo prodotto che stimola la memoria e calma la fame. Tutte le sere l’aroma del cioccolato profumerà il centro riccionese con l’iniziativa Cioco-movida: dalle 19 aperitivi e cene con specialità a base di cioccolato. Sabato e domenica mattina ci si potrà coccolare con la cioccolazione, un dolce risveglio con cornetti e brioche ripieni di cioccolato.

Fiera e sagra del tartufo a Dovadola

A Dovadola questa domenica 18 e la prossima – 25 ottobre – in occasione della 49ª Fiera e sagra del tartufo, presso gli stand gastronomici in piazza Berlinguer allestiti dagli oltre cento volontari della Pro loco, i presenti potranno apprezzare svariate portate a base di tartufo a prezzi contenuti. Dalle 11.30 alle 19, i dovadolesi cucineranno le tagliatelle utilizzando 2000 uova e 3 quintali e mezzo di ragù con l'aggiunta del tartufo, la polenta, le uova e i crostini oltre ai panzerotti e alla carne al girarrosto. Le bancarelle degli ambulanti faranno da contorno all’atteso evento che ogni anno registra importanti presenze. Una giuria di esperti premierà i ricercatori e i commercianti che presenteranno il tartufo di maggior peso e quello di qualità migliore. In piazza Battisti gli agricoltori della Coldiretti parteciperanno al mercato con prodotti tipici dell'autunno, dalle castagne ai funghi, dalle giuggiole al miele. Durante il pomeriggio domenicale musica romagnola con il tradizionale repertorio di liscio.

22ª Giornata della salvia e della saba a Riolo Terme

Simbolo di Riolo Terme, la salvia sarà protagonista dei festeggiamenti organizzati per questa domenica – 18 ottobre – nel paese ravennate. A farle compagnia la saba (in origine sapa), uno sciroppo dolce e denso che si ottiene facendo bollire per ore il mosto d’uva, fino a ridurlo dei due terzi. Dalle prime ore del mattino sarà allestito per le vie del corso un ricco mercatino di prodotti tipici in attesa che i volontari della Pro loco aprano al pubblico lo stand gastronomico nel parco Pertini. Da mezzogiorno menù a base di salvia: dalle lasagne ai tortelli, agli involtini. Passeggiando nel centro termale i visitatori potranno gustare anche topini di salvia, polenta fritta e sabadoni conditi con la saba. Da assaggiare anche la ficattola, una pizza fritta di origine toscana, simile a una crescentina.

Festival delle cucine del mondo a Ravenna

Si terrà a Ravenna domenica 18 ottobre la prima giornata del Festival delle cucine del mondo, organizzato dalle associazioni Saperi e sapori e Cittadini del pianeta e dal podere Angela Schiavina. Dopo di questa altre due domeniche saranno dedicate alla cucina internazionale con piatti tipici dell’Asia (8 novembre) e dell’Africa (13 dicembre). Per questo primo appuntamento è stata scelta la cucina del Sud America. Dalle 11 nel podere Angela Schiavina a Filetto, i convenuti potranno apprezzare le specialità tipiche di Argentina, Brasile, Venezuela e Messico. Polpette di baccalà e platano fritto, fejolata  e arepas farcite, empanadas alla moqueca de Baiha e pabellon tra i piatti da assaggiare a un prezzo che varierà tra 5 e 12 euro (info e prenotazioni: 3481539975 – 337606572).

Dal 16 al 18 ci sarà anche il Festival del pane in Piazza del Popolo e piazza Unità d’Italia con spazi per la produzione in diretta, laboratori del gusto e osteria.

A Brisighella si celebra la mora romagnola

È dedicata al pregiato suino nero la Sagra della porchetta che si svolgerà domenica 18 ottobre a Brisighella. Per le strade principali della cittadina sarà allestito il mercatino dei prodotti e dell’artigianato locale dove sarà possibile degustare i saporiti salumi realizzati con la carne di mora. La razza suina, che in passato ha rischiato l’estinzione, sarà al centro di un incontro nazionale di allevatori di maiali che potranno ammirare da vicino gli esemplari di mora romagnola provenienti da alcuni dei 30 allevamenti regionali, 9 dei quali hanno sede nel Comune di Brisighella. Dalle 10.30 spettacoli musicali e animazioni per i più piccoli. A pranzo e a cena sarà attivo lo stand gastronomico. 

Tante proposte nella valle del Savio

Domenica 18 ottobre “scendono in campo” anche le castagne di Alfero e di Pieve di Rivoschio, con le relative sagre animate anche da stand gastronomici, mercato ambulante e intrattenimento musicale. A Selvapiana le domeniche di ottobre proseguono con la Sagra dei funghi e tartufi mentre a Bagno di Romagna ci si dedica alla Sagra del tortello. 

Senza dimenticare le castagne

Ultime due domeniche per la Sagra del marrone Igp a Palazzuolo sul Senio ma non solo: funghi, tartufi, frutti del sottobosco, grezzi e trasformati, saranno esposti, venduti e degustati in una variegata e profumatissima mostra-mercato nel cuore del borgo medievale. In piazza c’è anche lo stand gastronomico con proposte al dettaglio di prodotti a base di marroni come la torta, il castagnaccio, i topini, i tortellini e altri prelibatezze.

Continua anche la tradizionale Sagra dei marroni a Marradi. Con l’imbarazzo della scelta tra: tortelli, marmellate e torta di marroni, castagnaccio, marrons glacés, “bruciate”, biscotti, birra e tanto altro ancora... 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000