Venerdì 30 Settembre 2016 | 00:06

SAGRA MALATESTIANA

Con la "musica" di Tolkien siamo nella Terra di mezzo

Il concerto dell'Orchestra del Lettimi con Branduardi

Con la "musica" di Tolkien siamo nella Terra di mezzo

RIMINI. Un omaggio al mondo fantastico e mitologico del celebre scrittore americano J.R.R. Tolkien con l’eccezionale presenza del cantautore menestrello Angelo Branduardi. Giovedì 17 alle 21 al teatro Novelli di Rimini la 66ª Sagra musicale malatestiana ospita nel suo cartellone Ainulindalë, la musica degli Ainur, uno spettacolo in collaborazione con l’Istituto Lettimi e con le composizioni di allievi eseguite dall’Orchestra dell’Istituto diretta da Nicolò Facciotto e la partecipazione straordinaria di Branduardi come voce recitante.

L’evento è ispirato al Silmarillion di Tolkien, un’opera mitopoietica pubblicata postuma nel 1977 dal figlio dello scrittore, Christopher Tolkien, che narra le vicende di Arda, dalla sua creazione fino alla Terza Era.

La musica degli Ainur è il primo capitolo del Silmarillion. Come parte del ciclo della “Terra di mezzo” di Tolkien, La musica degli Ainur gioca un ruolo fondamentale nella sua cosmogonia, rappresentando in tutto e per tutto la storia della creazione. Molti dei temi e delle vicende rivelate nei romanzi successivi (ad esempio ne Il signore degli anelli) trovano qui la loro prima espressione.

L’intenzione degli ideatori è rappresentare in maniera più fedele possibile le vicende narrate, in particolare lo scontro fra Ilùvatar e Melkor, proponendo pezzi di musica per orchestra sinfonica composti utilizzando le indicazioni di Tolkien stesso e intervallati da letture tratte dagli scritti fantasy e affidate alla voce di Angelo Branduardi, il tutto in una cornice scenografica studiata appositamente per favorire l’immersione totale nell’ascolto.

Oltre all’esecuzione orchestrale, anche le musiche del progetto sono firmate da quattro giovani allievi dell’Istituto Lettimi: Nicolò Facciotto, Mattia Guerra, Federico Mecozzi, Ivan Tiraferri.

Su Branduardi c’è da dire che, nato nel 1950 a Cuggiono, piccolo paese della campagna vicino a Milano, si diplomò in violino al Conservatorio Paganini. Nel 1974 pubblica il primo album e un secondo nel 1975. Nel 1976 pubblica “Alla fiera dell’Est” che lo rende famoso. Nel 1979 un altro grande successo, “Cogli la prima mela”.

L’Orchestra del Lettimi di Rimini, nei suoi vari organici che spaziano dai soli archi all’orchestra sinfonica, è preparata e diretta da Gian Luca Gardini, insegnante di materie teorico-culturali all’istituto stesso.

Ingresso unico 12 euro, per informazioni tel. 0541 793811 dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle 14.00. Biglietti in vendita anche su www.vivaticket.it.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000