Venerdì 09 Dicembre 2016 | 04:47

RAVENNA FESTIVAL

Una notte di paura e molto rock

L'edizione 2015 dedicata a Dante si inaugura stasera con l'atteso "Rocky Horror Show" È la seconda e unica tappa italiana: energia e folle divertimento sono assicurati

 Una notte di paura e molto rock

 

FORLÌ. Si riaccendono i riflettori sul Ravenna festival; l’edizione 2015 dedicata a Dante si inaugura stasera alle 21 al Palacredito di Forlì con l’atteso Rocky Horror Show, confermando un rinnovato sodalizio fra Ravenna e Forlì che proseguirà con l’apertura del nuovo auditorium.

Un sodalizio che riallaccia la passione del musical, genere sempre più accolto dalla dinamica direzione artistica come un ponte fra musica classica e contemporanea. «Guai a chi dovesse pensare il musical come a un sottoprodotto della musica!» ha dichiarato una appassionata Cristina Mazzavillani Muti. Dopo Cats (2008), Mamma mia (2009), Evita (2010), si rilancia il genere con più audacia; il Rocky Horror Show ideato da Richard O’Brien quarantadue anni fa, oggi che costumi e libertà sessuali sono stati conquistati (almeno in Occidente), è forse meno trasgressivo e iconoclasta, ma esalta energia e folle divertimento, come ha dimostrato la “prima” europea a Milano. A Forlì è prevista la seconda e unica tappa italiana con produzione e cast inglesi pronti a caricare la platea con pezzi da antologia, da “The time warp” e “Sweet transvestite”. Rispetto a Milano, Ravenna festival offre una “chicca”: il ruolo del narratore (la sola voce in lingua italiana) è qui affidato a Geppi Cucciari, reduce dall’interpretazione di Morticia a teatro nella commedia musicale “La Famiglia Addams” con Elio e Le Storie Tese. La sua presenza chiamata a collegare i diversi momenti della storia e aggiunge una vena ironica a un ruolo solitamente misterioso.

Ma il Rocky è anche un’opera di culto; ogni recita richiama decine di fan che assecondando lo slogan «Don’t dream it, be it» (non sognatelo, siatelo) vivono la storia in costume, spesso a imitazione di uno dei personaggi, o piuttosto scegliendo un proprio outfit bizzarro e appariscente. Ravenna festival per l’occasione ha ideato il concorso Instagram Selfie challenge, alla scoperta del costume più originalmente trasgressivo indossato dal pubblico. Fino al 24 maggio taggando il proprio selfie su Instagram con #RockyHorrorOutfit e #RavennaFestival si potrà partecipare e vincere il poster del musical autografato dalla compagnia oltre a due biglietti per uno spettacolo in cartellone. Vince chi ottiene più like.

Al di là del costume, il Rocky fu innovativo anche per partecipazione, per interazione fra interpreti e pubblico. Questo è invitato a rispondere, commentare, a stare al folle gioco di Frank N. Further e della sua banda nella quale vengono a imbattersi i due fidanzatini Brad e Janet. All’inizio spaventati e dolcemente morigerati, scopriranno – causa temporale – la perdita dell’innocenza in compagnia del bisessuale Frank, scienziato che progetta la propria creatura Rocky (in stile Frankenstein), in realtà un alieno della galassia di Transylvania verso cui la folle casa si leverà nel finale.

L’opera rock suonata dal vivo da una band di sei elementi richiede voci adeguate; i protagonisti di questo Rocky horror promettono di non deludere, così come gli appassionati di B movie d’epoca troveranno molte citazioni del genere. Per un vibrante inizio festival che può ricordare una folle bolgia dantesca, solo più allegramente libera.

Venerdì ore 21; sabato 15.30 e 21; domenica 15.30 Info: 0544 249244

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000