CESENA

Malatestiana un cartellone tra storia e futuro

Fino a maggio convegni, mostre e libri in dieci rassegne: tra gli ospiti Luigi Lo Cascio e Antonio Scurati

di SERENA DELLAMORE

03/09/2018 - 13:17

Malatestiana un cartellone tra storia e futuro

CESENA. Tra letteratura, storia, scienza e le nuove tecnologie prende vita il primo cartellone 2018-2019 degli eventi alla biblioteca Malatestiana. Ideato e curato dal comitato scientifico, assieme allo staff della biblioteca, il cartellone annuale consta di dieci rassegne, che fanno perno sul patrimonio antico malatestiano e sulle celebrazioni dei 600 anni dalla nascita di Malatesta Novello, per un totale di 31 appuntamenti fra conferenze, convegni, presentazioni di libri che si sono aperti col convegno su Cesena ebraica, e proseguiranno fino al 17 maggio 2019.

«L’idea del cartellone, al posto di tanti eventi disomogenei, è quella di avere un nucleo tematico forte, il 600° dalla nascita di Malatesta Novello, che tenesse assieme tutte le rassegne proposte, assieme poi al primo appuntamento delle celebrazioni leonardiane, che speriamo di arricchire con altri appuntamenti a tema nel corso del 2019. È un cartellone che da queste rassegne storiche arriva a quelle che guardano al futuro», ha spiegato Andrea D’Altri presidente del Comitato. Fra le novità anche l’opuscolo, per ora stampato in 5mila copie, con il programma del cartellone, che vede un costo di meno di 10mila euro.

Malatesta 600

Nel 600° del fondatore della Malatestiana sono tante le iniziative organizzate per rilanciare lo studio sulla sua figura. Fra i cinque appuntamenti previsti si segnalano il consolidato premio Malatesta Novello il 20 novembre 2018 e quello del 27 ottobre quando il professore Francesco Maria Galassi rivelerà i risultati sulle indagini svolte sulle presunte spoglie di Malatesta Novello.

Medievalismi

Un ciclo di quattro conferenze, fra ottobre e novembre, indagherà il periodo medievale alla luce della sua attualità, fra tradizioni, costume, politica ed architettura.

Magistri

Torna la rassegna sugli auctores antichi che il Medioevo e l’Umanesimo hanno ammirato e conservato. Protagonisti dei quattro appuntamenti, fra gennaio e aprile, il filologo classico Federico Condello, gli storici Tommaso Duranti e Paolo Rosso e la studiosa del pensiero antico Roberta Ioli.

Giardini in Malatestiana

Altro appuntamento che si ripete, l’unico evento, venerdì 30 novembre 2018, accenderà i riflettori sulla rappresentazione del giardino nella letteratura medievale romanza con Patrizia Caraffi

Fra Michele da Cesena

L’associazione Terre centuriate e il Gruppo archeologico cesenate presentano due giornate di studio, il 16 febbraio e il 16 marzo 2019, dedicate alla figura di fra Michele Foschi, citato anche nel romanzo Nome della Rosa di Eco, alla vigilia della messa in onda dell’omonima serie della Rai.

Leonardo 2019

Unico appuntamento, collegato coi 500 anni della morte del genio è per venerdì 5 aprile 2019 con il convegno di studio “L’eredità culturale e artistica di Matteo Zaccolini”, cesenate e uno dei primi studiosi di Leonardo nel XVII secolo.

RisVolti

La rassegna letteraria è una delle novità del cartellone. Ciclo di incontri, fra l’autunno e l’inverno, con autori come Luigi Lo Cascio, Violetta Bellocchio, Maurizio Maggiani ed Antonio Scurati, organizzato in collaborazione con la libreria Ubik di Cesena.

Limes a Cesena

Confermato anche l’appuntamento con le conferenze di geopolitica organizzate in collaborazione con il Limes club Bologna. Tre serate fra settembre e novembre 2018 ed altre tre nel 2019.

Big, open, smart

Altra novità del cartellone, una rassegna, di quattro appuntamenti a partire da gennaio 2019, dedicata al mondo dell’innovazione e sulle sfide del futuro.

La bellezza delle scienze

Anche questa rassegna è un ritorno. Tre incontri, a maggio 2019, con autori di libri che raccontano del piacere delle scoperte scientifiche. A completare il quadro delle iniziative in Malatestiana una serie di mostre, in molti casi legate agli eventi del cartellone, e varie iniziative che di volta in volta le diverse associazioni culturali del territorio vorranno proporre.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c