logo_extra Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

CESENATICO

Tra Levante e Ponente risuona il canale leonardesco

Oggi e domani cinque set sui due lati del porto. E poi il gran finale domenica in piazza Ciceruacchio

di CLAUDIA ROCCHI

10/08/2018 - 15:50

Tra Levante e Ponente risuona il canale leonardesco

CESENATICO. Città di musicisti Cesenatico lo è da oltre un secolo; la sua storia, la vivacità, l’animo “controcorrente” le aggiunge una vena musicale anche jazz che torna a esprimersi nel “Porto del jazz”; in spazi dislocati nell’incantevole porticciolo ridisegnato da Leonardo da Vinci. “Il porto del jazz” si riaccende da stasera a domenica 12 agosto, diffonde vibranti note che sfiorano i suoni dell’acqua che li sfiora. Riscoprire la musica nel luogo più ameno del borgo marinaro è un progetto dei musicisti Fabio Nobile e Alessandro Fariselli già ideatori di Jazzenatico. Da stasera alle 21.30 il porto si anima con cinque set (da 30 minuti l’uno) dislocati sul lato di Ponente; domani sabato altri set suonano sul lato di Levante. Domenica sera gran finale in piazza Ciceruacchio, per una sorta di mini busker festival jazz.

«È una rassegna che mette insieme diverse aspetti – introduce l’art director Fabio Nobile – a cominciare dal territorio inteso come luogo, ma anche come musicisti che da questa terra partono per altri lidi musicali». I set di stasera prevedono il Bob Dusi e Lorenzo Pagani Duo, con le loro influenze blues. Un altro nome è Pier Foschi noto batterista di Cesenatico, personaggio che ha preso parte ai tour di Jovanotti, Pino Daniele, Eros Ramazzotti, e che si presta a siparietti giocosi, come avvenuto nell’ultimo concerto al teatro di Cesenatico. «Mentre suonava gli ho tolto un tamburo alla volta finché è rimasto senza batteria», sorride Nobile. Stasera Pier fa ascoltare un progetto nuovo con batteria solo. In solo anche Chris Costa cantante e polistrumentista, che ha vissuto per anni a Londra. È stato corista al seguito di Cesare Cremonini e di Eros Ramazzotti, è one man band che fa uso anche di apparecchiature elettroniche. Piacevole è pure il Lovesick Duo molto gradito per l’animo rock and roll. Reduce da New Orleans, stasera presenta il disco nuovo. E ancora il Luca di Luzio Trio, il più “mainstream” dei cinque, che vede il chitarrista leader con Pier Mingotti (già basso di Francesco Guccini) e Max Ferri batterista di Cattolica. Altri cinque set si ascoltano sabato 11 sul porto di levante; a cominciare dai Jazz Inc. (zona piazza Garibaldi), che presentano la nuova formazione. Il nuovo corso vede con i fondatori Fabio Nobile (batteria) e Alessandro Fariselli (sax) le novità Alessandro Altarocca (pianoforte), Stefano Senni (contrabbasso), e per la prima volta Daniele Moretto trombettista di Paolo Jannacci. «Hanno sposato la causa della band e sono davvero bravissimi!». Si aggiungono ai set il Gloria Turrini e Mecco Guidi Duo, con la voce possente dell’amata vocalist; in duo anche Luca Di Luzio con Alessandro Scala, e di nuovo i soli di Pier Foschi e Chris Costa. Gran concerto conclusivo domenica 12 agosto; sul palco di piazza Ciceruacchio salgono alle 21.30 i Jazz Inc. per l’occasione in formazione di sestetto, con le percussioni di Luca Mattioni; al centro la star dall’inconfondibile timbro soul, la cantante Joyce Elaine Yuille di New York ma residente a Milano, per un coinvolgente concerto a suon di jazz e blues. Il pubblico conobbe Joyce Yuille tre anni fa in un elegante concerto alle Conserve. «L’abbiamo richiamata a grande richiesta per una chiusura in grande spolvero. Presentiamo un progetto nuovo, sintesi di tre anni di esperienza insieme, che ci porterà a registrare un nuovo disco. Fra l’altro Joyce ama Cesenatico come fa capire nei social. Credo che Il “Porto del jazz” possa confermarsi un riferimento per il pubblico di turisti e appassionati, ammette Nobile, di richiamo anche da fuori le mura». Ingresso gratuito.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c