CAMERA WORK OFF

Diciotto fotografi under 35 in tredici bar: “Circuito off” con Vladimir Luxuria

Dal 18 al 27 maggio tante immagini in mostra nei locali della città, ma anche dj set, performance e interviste

di IACOPO GARDELLI

12/05/2018 - 12:00

Diciotto fotografi under 35 in tredici bar “Circuito Off” con Vladimir Luxuria

RAVENNA. Diciotto fotografi under 35, protagonisti di un percorso espositivo diffuso che si snoda per 13 bar del centro storico, a unire simbolicamente Palazzo Rasponi 2, sede del progetto Camera Work, al Mar, dov’è ospitata fino al 17 giugno la grande mostra di Alex Majoli. A questo proliferare di «immagini ragionate, lontane dall’approccio bulimico dei social, a cui siamo ormai abituati – come ha spiegato Valeria Mazzesi durante la presentazione del progetto, ieri mattina in municipio – vanno ad aggiungersi vari eventi speciali, che costelleranno questo Circuito Off dal 18 al 27 maggio. Accanto alle mostre temporanee dei giovani fotografi provenienti da tutta Italia, i visitatori potranno partecipare a dj set, performance, interviste, dialoghi partecipati, fino ad arrivare all’evento principe di questa iniziativa, ovvero l’incontro con Vladimir Luxuria, martedì 22 maggio, al bar Caffé Porta Sisi, nell’ambito di una mostra che tratta lo spinoso tema della transessualità.

È stato Federico Spadoni, partner del progetto comunale, a spiegare la nascita di questo ricco festival fotografico underground.

«In soli due anni di vita, il progetto Camera Work, bando di fotografia aperto a tutti gli under 35 d’Italia, ha visto un grande incremento nel numero dei partecipanti: quest’anno siamo arrivati a più di 100 giovani fotografi», ha raccontato Spadoni. «Il Circuito Off, grazie alla disponibilità degli esercenti ravennati, raccoglie tutti quei progetti interessanti e originali che non hanno vinto il concorso: sarebbe stato un vero peccato privarli della possibilità di un’esposizione pubblica».

In attesa della premiazione del vincitore di Camera Work, che si terrà dopo l’estate, gli appassionati di fotografia potranno perdersi all’interno di questa vera e propria caccia al tesoro fotografica, che tocca luoghi della movida cittadina come, tra gli altri, il Fresco, il Fellini, il Grinder, il Fargo, il Baldovino e il Caffé Letterario. Luoghi, come si è detto durante la presentazione, che ambiscono ad essere dei punti di riferimento culturali per la città, oltre che esercizi commerciali.

È davvero ricco il cartellone di eventi proposti in più di una settimana di Circuito Off. A partire dalla presentazione dei 4° classificati al concorso, il 18 maggio nelle sale espositive di Palazzo Rasponi 2, si va dalla possibilità di essere ritratti da Daniele Aguzzoli durante un “silent party” al bar Nazionale, alla partecipazione attiva nella mostra “Frame yourself”, originale progetto fotografico di Emanuele Dainotti, che ironizza sulle tradizionali “foto ricordo”, al Fresco. Ma si parlerà anche di hip-hop, grazie alla mostra di Gaetano Massa al Grinder, con la partecipazione del nostrano Lanfranco Moder Vicari; di alpinismo, grazie alla collaborazione fra il Cai di Cesena e il fotografo Samuele Mazzolini, al Fellini; di reportage fotografici di viaggio con le immagini dalla Birmania di Chiara Sardelli, al bar Roma; fino a giungere al finissage d’obbligo, il 27 maggio, nelle stesse sale che hanno visto l’inaugurazione del festival.

Info: palazzorasponi2.com

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c