IL FESTIVAL

I primi dieci anni di "Amarcort": 200 corti e ospiti

Dal 10 al 17 dicembre un ricco programma per la nuova edizione dedicata a Tonino Guerra

I primi dieci anni di "Amarcort": 200 corti e ospiti

RIMINI. Otto sezioni, tre location, più di mille cortometraggi arrivati e oltre 200 in proiezione. Sono solo alcuni dei numeri della decima edizione di “Amarcort”, il festival di cortometraggi che si svolge a Rimini dal 10 al 17 dicembre.

«Un traguardo importante quello del decimo “compleanno”», afferma la direttrice artistica Simona Meriggi, ricordando come l’iniziativa sia partita come piccolo concorso e sia diventata oggi un importante festival internazionale che, oltre alle proiezioni dei corti in gara, propone un ricco calendario di eventi.

Fellini e Guerra

“Amarcort” è innanzitutto un omaggio a Federico Fellini, ogni anno “esplorato” secondo una diversa angolatura. L’edizione 2017 è dedicata a Tonino Guerra, già collaboratore di Fellini nella sceneggiatura del film “Amarcord”. Il poeta santarcangiolese è al centro della mostra fotografica “Tonino sul set” (al Museo della Città, 11-18 dicembre) ed è stato l’ideatore del corto di animazione “Il lungo viaggio” realizzato dal regista russo Andrej Khrzhanovskij, che sarà in visione durante il festival.

Il concorso

Cuore della rassegna rimane però il concorso, con le sue sette sezioni riservate a cortometraggi e videoclip, più una dedicata alla sceneggiatura. Ogni sezione è presieduta da una giuria composta da esperti di settore, tra cui figura fin dalla prima edizione Francesca Fabbri Fellini.

«C’è un forte pessimismo che permea la maggior parte dei corti arrivati – nota la nipote del regista riminese –. Negli anni passati c’era più gioia, più ironia. Ora l’occhio è puntato su tematiche sociali e problematiche dell’attualità. Mi piacerebbe ci fosse più “sogno”, dobbiamo cercare di dissipare questa nube grigia così presente e incombente».

Spazio alle scuole

“Amarcort” riserva molta attenzione alle scuole, con proiezioni per bambini e ragazzi, e dedica spazio anche ai giovani autori europei che vogliono entrare nel mondo del cinema, attraverso lezioni e workshop curati da Nicola Bassano della Cineteca di Rimini.

Aperti a tutti gli eventi in programma al Teatro degli Atti. Il 15 dicembre proiezione di “Vasco Modena park”, il video del mega concerto che il cantautore emiliano ha tenuto lo scorso luglio. Presente in sala il regista Giuseppe Romano, insieme a Diego Spagnoli e Claudio “Gallo” Golinelli. Nella serata successiva ospite sarà il noto attore Ivano Marescotti. Da non perdere, domenica 17 alle 17, lo spettacolo “Ziggy 2.0”, omaggio a David Bowie.

Infine una menzione per Lu Pulici, regista della suggestiva sigla di “Amarcort” 2017, un delicato omaggio in bianco e nero a Fellini e Tonino Guerra.

Info: www.amarcort.it

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017