Venerdì 30 Settembre 2016 | 15:26

DIREZIONE NAZIONALE

Legacoop, ecco i romagnoli scelti

Il forlivese Guglielmo Russotra i sette revisori dei conti

Legacoop, ecco i romagnoli scelti

FORLÌ. Nutrito il gruppo di romagnoli nella direzione nazionale di Legacoop, scelti durante i lavori del 39° congresso svoltosi a Roma dal 16 al 18 dicembre scorsi. Tra loro anche il forlivese Guglielmo Russo, presidente della cooperativa sociale Cad, che ha avuto anche l’onore di essere inserito tra i sette componenti del collegio dei revisori dei conti, chiamato a controllare l’amministrazione della centrale cooperativa.

Nel dettaglio la squadra proveniente dai nostri territori che siederà nell’organismo dell’associazione che dirige l’attività di Legacoop, eleggendone la presidenza, il presidente (Mauro Lusetti ndr), il suo vicario e i vicepresidenti, vede schierati: Ruenza Santandrea (Cevico), presidente di Legacoop Romagna, e i suoi vicepresidenti Giampiero Boschetti (Cooperativa Braccianti Riminese), Luca Panzavolta (Cia-Conad) e Massimo Matteucci (Cmc Ravenna). Con loro anche il direttore generale Monica Fantini e la responsabile Produzione lavoro Elena Zannoni.

Entrano nella direzione pure Mirco Zanotti (Apofruit Italia), Graziano Rinaldini (Formula Servizi), Lorenzo Cottignoli (Federazione delle Cooperative), Mauro Pasolini (Conscoop); Giovanni Monti, presidente di Legacoop Emilia-Romagna e il responsabile regionale di Legacoop Servizi, Alberto Armuzzi.

Come ricordato, un ruolo molto importante lo rivestirà Guglielmo Russo. «Sono soddisfatto per questo riconoscimento - sottolinea - che va per la prima volta ad un forlivese. Una investitura nata dalla base, della quale il collegio è diretta espressione con il voto dei delegati al congresso, e che premia anche il ruolo della Cad». Compito delicato per la natura stessa dell’organismo. «Certamente - prosegue -. I suoi componenti sono chiamati a controllare l’andamento economico della Lega nazionale, potendolo anche sanzionare e rispondendo direttamente alla presidenza. Il tutto in un momento storico dove è necessario razionalizzare le risorse. Per questo vado a Roma con grande spirito di servizio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000