Venerdì 09 Dicembre 2016 | 04:50

CERVIA

La barca affonda a duecento metri dalla costa

Pescatore si mette in salvo nuotando fino a riva

La barca affonda a duecento metri dalla costa

CERVIA. La “Giulia II” ha iniziato ad imbarcare acqua, il mare non prometteva niente di buono e a Gianluca Mogano non è rimasto che tuffarsi e raggiungere la riva a nuoto. La sua prestanza fisica ha fatto il resto, consentendogli di toccare terra dopo alcune soste per riposarsi nonostante la distanza da terra e la temperatura gelida dell’Adriatico.

L’armatore della piccola imbarcazione, una delle minori fra quelle che praticano la pesca da posta, era salpato all’alba per andare a svuotare le reti e metterne delle nuove. Solitamente questo genere di pesca frutta sogliole, canocchie e altri pesci di piccola taglia, che si prendono sottocosta e vengono venduti lungo il porto canale. Per cause ancora da stabilire, però, la barca è affondata al largo di Pinarella, davanti al bagno Stefano. Forse si è trattato di una falla, ma saranno gli accertamenti in corso degli esperti della Capitaneria di porto a stabilire le esatte cause dell’inabissamento.

Mogano, giunto a riva stremato e sotto shock, è stato poi soccorso verso le 9 dal personale del 118 e portato al Pronto soccorso. Le sue condizioni di salute sono comunque buone e in tarda mattinata ha partecipato alle operazioni di recupero della sua imbarcazione. Quest’ultima, capovolta in mezzo al mare sempre più agitato ed oltre tutto con circa 70 litri di gasolio in plancia, è stata presa in consegna dalla Capitaneria di porto. I militari del comandante Vincenzo Petrella, che coordina le operazioni, insieme agli uomini dei Vigili del fuoco, hanno cercato di applicare alla barca dei palloni galleggianti, per poi trainarla a riva. Sono stati recuperati i documenti, la valigetta e le reti del pescatore, ma le manovre dei sommozzatori (nell’operazione sono state impiegate anche le moto d’acqua) per rimorchiare in porto il natante bloccato a quasi duecento metri dalla riva sono proseguite per tutto il giorno; ieri sera erano ancora in corso a causa delle condizioni proibitive del mare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000