Giovedì 08 Dicembre 2016 | 10:44

LUTTO A BELLARIA

Si è spento Gabriele Morelli

Esponente di primo piano, ha ricoperto numerose cariche: da presidente della Tram e di Aeradria, fino alla candidatura a sindaco

Si è spento Gabriele Morelli

RIMINI. È morto Gabriele Morelli, ex presidente di Aeradria (la società che gestiva l’aeroporto), ex presidente della Tram e dirigente di altre importanti realtà del territorio riminese. Aveva 63 anni e si trovava ricoverato all’ospedale Infermi per via di una malattia con la quale combatteva da tempo. Fino al giorno prima, nonostante le sue condizioni fossero serie, non c’erano segni che potessero far pensare al peggio, come raccontano gli amici che gli erano più vicini. Invece si è spento ieri mattina.

Morelli viveva a Bellaria Igea Marina e nell’ultima tornata elettorale si era candidato sindaco per la coalizione di centro sinistra. Dopo un periodo di attività come consigliere comunale aveva lasciato l’incarico alla fine del 2014 proprio per via delle condizioni di salute che stavano peggiorando. «Mi prendo del tempo per me e per stare dietro alle beghe sanitarie che in questo momento hanno la priorità. Ma resterò sempre vicino alla politica; il Pd è la mia famiglia. Il più grande dispiacere è legato all’apporto che avrei potuto portare in consiglio comunale con i miei colleghi. Ma i problemi che mi riguardano mi hanno costretto a prendere questa decisione», aveva dichiarato.

Dal 2012 ha ricoperto l’incarico di presidente di Fondartigianato, fondo per la formazione continua. È stato inoltre responsabile della direzione generale della Cna regionale e della Cna di Rimini, amministratore delegato dell’Ecipar, ente che si occupa di formazione professionale; dal 1993 al 1996 è stato presidente di Tram servizi, dal 2001 al 2003 vice presidente di Aeradria, dal 2003 al 2005 presidente di Aeradria. Dal 1990 al 1999 aveva già ricoperto il ruolo di consigliere comunale a Bellaria Igea Marina.

In tanti ieri lo hanno ricordato. Il sindaco di Bellaria Enzo Ceccarelli dice. «L’avevo conosciuto in campagna elettorale. È stato sempre corretto e positivo. Nei pochi mesi della sua presenza in consiglio comunale ci siamo relazionati sulle tematiche di Bellaria: lui aveva la sua visione, non tutto coincideva, ma era abituato a confrontarsi seriamente e positivamente cercando soluzioni da mettere in pratica».

Così il Pd di Bellaria Igea Marina. «Con immenso dispiacere abbiamo appreso la triste notizia della morte di Gabriele Morelli. Nel 2014 aveva accettato la sfida per diventare sindaco, convinto di poter dare una mano concreta alla sua città. La sua esperienza professionale e politica è stata una importante risorsa e nonostante la sconfitta elettorale ha voluto proseguire con coraggio la sfida dai banchi della minoranza, anche se per un breve periodo. Una volta uscito dal consiglio comunale ha proseguito comunque nel suo impegno fino al giorno prima della sua morte ha voluto essere partecipe delle discussioni che riguardano i temi del nostro Comune. Siamo stati onorati della tua disponibilità. Grazie Gabriele».

Bene Comune - Sinistra unita di Bellaria Igea Marina commenta. «La scomparsa di Gabriele Morelli ci lascia attoniti e costernati. Pur su posizioni politiche sensibilmente differenti, abbiamo potuto apprezzare il suo coraggio e la sua tenacia. Una tristissima notizia. Sentite condoglianze alla sua famiglia da parte di tutto il collettivo».

Anche la Cna Emilia Romagna piange la scomparsa Morelli «per le sue grandi doti umane e per la sua professionalità e impegno nell’associazione a favore degli artigiani e di tutte le imprese della nostra regione. Con Morelli la Cna ha concretizzato importanti progetti di sviluppo e consolidato il proprio ruolo di organizzazione di riferimento nel mondo della rappresentanza».

Gabriele Morelli lascia la moglie Anna e il figlio Emanuele. I funerali verranno celebrati sabato alle 10 nella chiesa dei Santi Giuseppe e Lucia alla Cagnona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000