Giovedì 08 Dicembre 2016 | 01:07

RICCIONE

Vandali imbrattano l'ex fornace

Forzate porte esterne, scritte e disegni con bombolette spray. Ripulire costerà 20mila euro

 Vandali imbrattano l'ex fornace

RICCIONE. Vandali armati di bomboletta spray imbrattano l’ex fornace. Geat dovrà spendere circa 20mila euro per ripulire i mattoni storici della struttura. Ieri il Comune ha sporto denuncia ai carabinieri della locale stazione: determinante per l’individuazione degli autori del deplorevole gesto potrebbero essere alcuni testimoni oculari.

Ieri mattina i tecnici comunali hanno eseguito un sopralluogo, constatando che il gruppo di teppisti ha deturpato con la vernice tutte le pareti interne del contenitore culturale, con una serie di scritte e simboli.

Nell’entrata principale il cancello è chiuso da un lucchetto, i vandali pare che si siano introdotti da alcune porte esterne, che da un controllo sono risultate forzate. Delle scritte sono state riscontrate anche in un muro della scuola media Geo Cenci, che si trova vicino alla struttura del contenitore culturale. Attorno all’area è stata ritrovata una bomboletta spray probabilmente utilizzata per compiere gli atti vandalici allo stabile.

Sulle scritte Geat sarà costretta ad intervenire in un’azione di pulizia straordinaria dei muri per la quale procederà nei prossimi giorni, mentre oggi si attiverà per sigillare le porte divelte. L’episodio dovrebbe risalire ad alcuni giorni fa.

«Occorrerà ora far luce, si tratta di atti vandalici che riguardano in maniera evidente il mancato rispetto della città e del patrimonio pubblico. Tutelare i beni pubblici - afferma il sindaco Renata Tosi - alla stregua di quelli privati necessita di un cambio di cultura da parte di tutti perché la città è un bene comune da salvaguardare così come occorre che ogni suo abitante percepisca un forte senso di appartenenza nei confronti della collettività. Chi offende gli spazi della città dimostra una totale assenza di rispetto verso la comunità. La nostra azione e i nostri sforzi tesi quotidianamente a garantire il decoro nelle varie zone della città, deve essere supportata da un necessario senso civico e rispetto di tutti, per questo occorre la collaborazione di ciascuno di noi nel segnalare fenomeni di inciviltà di cui si sono macchiati gli autori di questi atti vandalici».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000