SANTARCANGELO

Matteoni, sventato l'ennesimo furto

Tentano di sfondare la vetrina a colpi di estintore e cemento: l'allarme li mette in fuga. Nella notte tra mercoledì e giovedì i ladri tentano un nuovo assalto al negozio di biciclette in via Marecchiese a Sant'Ermete: è il sesto in un anno

 Matteoni, sventato l'ennesimo furto

La vetrina presa di mira

SANTARCANGELO. Ci hanno provato ancora. I ladri hanno preso di mira nuovamente il negozio di biciclette Matteoni, sulla via Marecchiese a Sant’Ermete, nella notte tra mercoledì e giovedì, intorno alle 2. Questa volta, però, i malviventi non sono riusciti nel loro intento.

Dopo aver cercato di sfondare la vetrina prendendola a colpi con un estintore e con un blocco di cemento, dato che non cedeva e nel frattempo era scattato l’allarme, sono scappati a bordo di un furgone Fiat Doblò. È tutto documentato dalle telecamere di sorveglianza sistemate all’esterno del negozio che hanno ripreso quattro persone con il viso nascosto da cappucci e cappellini. A fine gennaio dei balordi erano riusciti a rubare sei biciclette del valore totale di 24mila euro. E sono solo gli ultimi di una lunga serie di colpi, riusciti o tentati, al negozio di via Marecchiese. Solo nell’ultimo anno i titolari ne hanno subiti sei.

«La situazione comincia a essere piuttosto pesante - spiegano dal negozio -. Questa volta non hanno rubato nulla ma i danni ci sono comunque. E pensare che lunedì avremmo dovuto installare delle inferriate interne. Ci hanno preceduto. Purtroppo siamo costretti a blindarci dentro e se i clienti non entreranno più saremo costretti ad abbassare le serrande e iniziare a vendere on-line. Perché così non si può chiamare più negozio. Ma non ci resta altro da fare per difenderci. La frazione ultimamente è presa di mira troppo spesso. Nella notte so che i ladri sono entrati anche in abitazioni private». Sul furto della scorsa notte indaga la polizia, intervenuta con una volante pochi minuti dopo che è scattato l’allarme. Poco più di un mese fa, a fine gennaio, i ladri erano riusciti a sfondare la vetrina e a rubare sei biciclette del valore complessivo di 24mila euro. Probabilmente avevano calcolato tutto nei minimi dettagli perché, per aprirsi il varco e portare via le costose due ruote, avevano impiegato poco più di sei minuti. Un altro tentato furto risale invece alla fine di giugno 2015.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017