Venerdì 09 Dicembre 2016 | 02:54

IL PROGETTO

Piazza della Libertà diventa a misura di bambino

Piazza della Libertà diventa a misura di bambino

Il rendering del progetto

CESENA. Piazza della Libertà diventerà a misura di bambino. E’ una delle novità più stuzzicanti presentate ieri sera, nell’incontro pubblico voluto dall’amministrazione comunale per ragionare sul futuro del centro. Ispirandosi a quanto fatto in alcune delle città più vivibili del centro e nord Europa, si è deciso di allestire in un modo semplice ma simpatico ed innovativo una zona della futura piazza pedonalizzata. In pratica, stendendo un “tappeto” ondulato di materiale gommoso e dal colore vivace, si ricaverà uno spazio munito di micro-collinette e piccole cavità, dove i piccoli frequentatori potranno saltellare, rotolarsi, arrampicarsi ed avventurarsi su assi da equilibristi ed altri giochi in legno.

Ma al di là di questa gradevole scenografia, per richiamare sul posto i più giovani e le loro famiglie si lancerà un festival itinerante nuovo di zecca: “Libera mese”. L’obiettivo di questo progetto, che scandirà l’anno in dodici tappe, è «dare spazio alla creatività, alla libertà di espressione e di movimento, alla necessità di incontrarsi e socializzare». Il tutto con «attività flessibili, libere e sempre all’aria aperta», che consentano di «vivere continuativamente la propria città, senza particolari vincoli». Nell’iniziativa, pensata soprattutto per i bambini e i ragazzini fino ai 14 anni d’età, saranno coinvolti artisti, compagnie teatrali ed associazioni locali ma non solo. Le attività si svolgeranno ogni venerdì, sabato e domenica, con l’aggiunta di un’intera settimana al mese, e ci saranno eventi sia di pomeriggio che di sera. Spettacoli, laboratori didattici, letture animate, biblioteche itineranti, giochi di strada, merende, sport all’aperto sono alcune delle forme in cui si concretizzerà “Libera mese”. Sono già stati abbozzati anche i dodici temi che faranno da filo conduttore: la musica a gennaio; il libro a febbraio; il gioco a marzo; lo sport ad aprile; la natura a maggio; la magia a giugno; il cinema a luglio; i burattini ad agosto; il teatro a settembre; il cibo ad ottobre; il circo a novembre; il Natale a dicembre.

Tornando alla gradevolezza dell’arredo della nuova versione di piazza della Libertà, ha colpito, durante la presentazione anche grafica fatta ieri, la presenza di alcuni elementi che non erano visibili nel progetto fatto circolare nei mesi scorsi. Per esempio, si è notata un’area relax, con sedute in legno e contornata di alberi, che pare avere le carte in regola per invogliare a trattenersi in zona per scambiare quattro chiacchiere.

Sono piccoli particolari, non invasivi, ma che fanno intravedere qualcosa di diverso rispetto alla “spianata” un po’ anonima e grigia che lasciavano immaginare i disegni iniziali. E forse spiegano un po’ meglio il perché di quella spesa di 3,1 milioni di euro, che tanti giudicano esagerata, e in effetti pareva tale per una semplice ripavimentazione.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000