Sabato 10 Dicembre 2016 | 02:06

SAVIGNANO

Rimossi due ordigni bellici

Rimossi due ordigni bellici

SAVIGNANO SUL RUBICONE. Si è conclusa la 1ª operazione in Provincia del 2015 di rimozione e brillamento di due residuati bellici inesplosi, di medie dimensioni ed in cattivo stato di conservazione, risalenti al secondo conflitto mondiale, rinvenuti nel territorio provinciale.

L’intervento, svolto in massima sicurezza, ha riguardato un proiettile da mortaio (lungo 50 cm e 18 cm di diametro) ed un’ogiva di artiglieria (lunga 50 cm e 15 cm di diametro) ritrovati entrambi nel territorio di Savignano sul Rubicone in due distinti siti in Via Sogliano : il primo nella zona antistante l’entrata del Centro Sportivo “Seven”, all’interno di un cantiere edile, ed il secondo in un fossato di fronte ad un’abitazione in Località Ribano.

Dopo le immediate misure preliminari di perimetrazione e messa in sicurezza delle aree, a salvaguardia della incolumità dei cittadini, le operazioni di rimozione sono state coordinate dalla Prefettura in sinergia con gli artificieri dell’8^ Guastatori Folgore di Legnago, il personale dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia Municipale di Savignano sul Rubicone e, per l’aspetto sanitario, della componente militare della Croce Rossa Italiana.

Concluso quindi il 2014, durante il quale sono stati bonificati circa 80 ordigni bellici in tutta la Provincia, nei prossimi giorni è già stata programmata un’analoga operazione per un ordigno rinvenuto nel territorio del Comune di Gambettola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000