Sabato 10 Dicembre 2016 | 19:28

Più letti oggi

VOTO DEI SOCI

Macfrut a Rimini: c'è il sigillo

Decise anche le date: l'edizione 2015 si svolgerà dal 23 al 25 settembre

Macfrut a Rimini: c'è il sigillo

CESENA. Confermato il progetto “Macfrut international”, con lo spostamento per un anno a Rimini e la scelta della data: si svolgerà il 23, 24 e 25 settembre 2015. Tutti i soci hanno votato a favore, con l’esclusione della Confcommercio cesenate. Assente la Fondazione Cassa di Risparmio: il presidente Bruno Piraccini, che è anche amministratore delegato di Orogel, nelle scorse settimane si era espresso contro il trasloco, ma ieri ha rinunciato a scendere nell’arena.

All’assemblea dei soci erano presenti Comune di Cesena (Paolo Lucchi), Camera di Commercio di Forlì Cesena (Alberto Zambianchi), Fiera di Forlì (Guido Sassi), Unindustria Forlì-Cesena (Massimo Balzani), Confartigianato Cesena (Stefano Bernacci), Cna Forlì-Cesena (Franco Napolitano), Confcommercio Cesenate (Augusto Patrignani), Confesercenti Cesenate (Angelo Spanò).

Circa la data, la conferma va ad accontentare la gran parte del mondo agroalimentare espositivo, così come era stato richiesto anni fa al Macfrut stesso. Fino a qualche tempo fa la fiera si svolgeva in maggio, poi anche in aprile. La maggior parte degli espositori chiese di spostarla a settembre e ciò si è rivelato positivo, perché si tratta di un periodo in cui si programma per l’anno successivo, mentre in maggio i giochi ormai sono compiuti.

L’assemblea dei soci di Cesena Fiera ha dato il via libera ai progetti di sviluppo per fare di Macfrut una fiera sempre più internazionale e di business. Si tratta dell’ultimo tassello istituzionale di un percorso che in questi mesi ha messo a confronto, in più sedi, mondo politico, organizzazioni di categoria, mondo imprenditoriale, semplici cittadini. Un lungo dibattito con al centro un obiettivo: rilanciare la kermesse dell’ortofrutta, oggi davanti a uno scenario contrassegnato da nuovi competitor su scala nazionale.

«La decisione presa quest’oggi dall’assemblea dei soci, più che un punto d’arrivo, rappresenta un punto di partenza della prossima edizione di Macfrut - afferma il presidente Renzo Piraccini - Il confronto con le associazioni imprenditoriali e di categoria, e il lavoro fatto dal comitato Macfrut ci hanno fornito utili indicazioni per fare di questa fiera un appuntamento sempre più di business rivolto all’innovazione, che nulla ha da temere nel confronto con altre rassegne di settore. Abbiamo preparato un progetto che prevede un forte sviluppo e che verrà presentato entro metà dicembre».

Il sindaco Paolo Lucchi parla di «scelte fatte in un lavoro di squadra, dopo un confronto serrato insieme alle organizzazioni imprenditoriali e alle singole imprese». Poi chiosa: «Siamo già proiettati all’edizione 2015, che sarà di grandissimo livello. Ringrazio tutti coloro che si sono messi in gioco e hanno accettato la sfida di fare di Macfrut una vetrina dell’ortofrutta sempre più proiettata in ambito internazionale».

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000