Lunedì 05 Dicembre 2016 | 17:32

CESENATICO

Una razza a riva

Insolito visitatore compare a Ponente: trigone lungo un metro al Bagno Romana

Una razza a riva

CESENATICO. La fauna marina censita sotto costa a Cesenatico ieri si è arricchita con una presenza del tutto inusuale nella zona di Ponente. Al Bagno Romana, pochi minuti prima delle 15 di ieri, a due passi dal bagnasciuga sguazzava in appena mezzo metro d’acqua un esemplare della grande famiglia delle razze. Per la precisione, dovrebbe trattarsi di un trigone o vescovo, che ha il corpo più arrotondato rispetto alle razze che si vedono più di frequente nei documentari. Lo ha avvistato il bagnino mentre si trovava sulla torretta e subito ha richiamato l’attenzione di chi era sul posto.

La scena descritta è del tutto insolita per Cesenatico. Il trigone è un pesce che predilige fondali profondi. Il fatto di essersi spinto tanto vicino a riva potrebbe essere una spia poco rassicurante dell’attuale stato del mare. Di solito queste sortite nell’acqua bassa di specie che vivono al largo sono dovuti al carico di acque dolci riversate in quantità anomala in mare. E’ quello che a quanto pare sta avvenendo in questo periodo in Adriatico.

Le razze sono imparentate alla lontana con gli squali, con i quali condividono lo scheletro cartilagineo e la pelle rugosa. Sono pesci piatti che in genere restano sul fondale marino. La loro coda è lunga circa due volte e mezzo il corpo semi-sferico. Si tratta di una specie pregiata, che sta diventando sempre più rara nei nostri mari. Viene pescata al largo con la tecnica a strascico e quando la si cattura si può trarre un buon profitto dalla vendita delle sue carni, che i buongustai giudicano squisite. Non però quelle dei trigoni, che sono meno apprezzate e quindi di valore ridotto.

Questi interessanti animali utilizzano le pinne pettorali per muoversi, con un movimento ondulatorio. Si nutrono di piccoli pesci, crostacei e vermi, sfruttando la grande capacità di mimetizzarsi in mezzo alla sabbia o alla fanghiglia, che sono i loro habitat naturali.

Il ritrovamento fatto ieri a Ponente è del tutto inusuale per la realtà di Cesenatico. L’esemplare che si è spinto davanti al Bagno Romana era lungo circa un metro. Alla notizia, gli appassionati di fauna ittica presenti a Cesenatico sono rimasti spiazzati, sostenendo che in quel tratto di costa è molto più facile trovare un delfino che imbattersi nell’esemplare individuato ieri.

Alla fine, i bagnanti hanno cercato di spaventare la razza per spingerla verso il largo. Un tentativo che a quanto pare è riuscito visto che dopo 5 minuti l’hanno persa di vista.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000