Giovedì 08 Dicembre 2016 | 16:59

CESENATICO

Tartaruga uccisa da un'elica

Tartaruga uccisa da un'elica

CESENATICO. Una grossa tartaruga trovata morta a Ponente. E subito è venuto il dubbio che fosse Gigi, la caretta caretta appena liberata nella stessa zona. Per stabilirlo dovrà lavorarci sopra la Fondazione Cetacea di Riccione, alla quale è stato portato l’animale. Ma a una prima ricognizione non è stata notata la presenza della targhetta di riconoscimento che era stata applicata a Gigi e quindi, se non si è rotta ed è andata persa, si tratterebbe di un altro esemplare.

A trovare la tartaruga è stata una coppia di cesenati. «Stavamo utilizzando la canoa e andavamo dal Bagno Pt verso il portocanale - raccontano - Arrivati a una cinquantina di metri dai capanni da pesca abbiamo visto quella che ci sembrava una boa. ci siamo avvicinati e abbiamo capito che invece era una grossa tartaruga. Era a pancia in giù, come se nuotasse. Ma aveva del sangue che le usciva dalla bocca. Non siamo particolarmente esperti, ma abbiamo abuto l’impressione che fosse stata colpita da un’elica o da qualcosa del genere».

La morte quindi dovrebbe essere stata causata da un incidente in mare, con il contatto ravvicinato tra una barca e la tartaruga. I due cesenati in canoa hanno comunque portato a riva l’animale e hanno contattato via mail la Fondazione Cetacea.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000