CESENATICO

Arena spettacoli, giochi e punto ristoro pronti a soppiantare l’ex mini-golf a Cesenatico

Area in via Abba affidata per 18 anni a un raggruppamento di tre imprese che investirà 400mila euro

di ANTONIO LOMBARDI

07/10/2018 - 10:47

Arena spettacoli, giochi e punto ristoro pronti a soppiantare l’ex mini-golf a Cesenatico

CESENATICO. Ex mini-golf di via Abba: il Comune ha affidato la gestione dell’area per i prossimi 18 anni, prevedendo un investimento di circa 400.000 euro per rimetterla a nuovo e trasformarla in un’arena spettacoli per bambini, con tanto di giochi, oltre a un nuovo stabile da adibire a piccola ristorazione e barbecue, e parcheggi dedicati. A spuntarla è stato un raggruppamento temporaneo di imprese composto da “Fapi srl distribuzione”, “Asd Fit Club” e “Matera Maria Domenica Snc”, tutte di Cesenatico.

Il terreno da recuperare, che ha una superficie di 5.000 metri quadrati, era il prolungamento della Vena Mazzarini prima che fosse interrata. Confina con il Circolo tennis di via Cesare Abba, a Levante, anch'esso destinato a essere rimesso a nuovo.

Percorso partecipativo e bando

A conclusione di un percorso voluto dall’amministrazione comunale per coinvolgere i cittadini che avessero idee sul da farsi, presto prenderà forma il programma di riqualificazione che aveva ottenuto il parere favorevole del comitato di zona Centro Boschetto.

Raccolti i suggerimenti di singoli cittadini e associazioni, si è proceduto a pubblicare un bando per l’affidamento in concessione della riqualificazione e gestione dell’area, mettendo l’accento sulla sua valenza ambientale e sul recupero e mantenimento di aree verdi, in particolare salvaguardando le alberature. All’interno dell’area era stabilita la possibilità di realizzare un manufatto, in sostituzione di quello esistente, da destinare ad attività di somministrazione di alimenti e bevande, di superficie non superiore a 60 metri quadrati, di cui 15 al massimo da utilizzare per la manipolazione e preparazione di alimenti.

Investimento e progetto

I vincitori hanno proposto il maggiore investimento (399.600 euro), finanziato per intero con risorse proprie, con l’intenzione di destinare l’area ad attività sportive, ludiche e ricreative, facendone un punto di aggregazione per bambini, anziani, famiglie e anche turisti. La durata della concessione è di 18 anni, con canone di concessione di 3.000 euro annui. Agli aggiudicatari spetterà tanto la manutenzione ordinaria quanto quella straordinaria.

Il progetto definitivo dovrà ora passare al vaglio del consiglio comunale.

L’assessore e il sindaco

L’assessore al Bilancio con delega al Patrimonio, Roberto Amaducci, sottolinea che si va finalmente a «riqualificare un’area di pregio che ora è degradata» e lo si fa dopo «un percorso partecipativo intrapreso per la prima volta dall’amministrazione pubblica, che ha coinvolto la città».

Il sindaco Matteo Gozzoli compendia le opere fare: «Abbiamo scelto un progetto che prevede vari spazi per la comunità: un’area giochi, un’arena spettacoli, un nuovo stabile che fornisca il servizio di bar e piccola ristorazione, uno spazio per il barbecue, parcheggi dedicati, verde in abbondanza e nuova illuminazione». Poi guarda avanti: «Una volta finiti i lavori di riqualificazione, il quartiere e tutti i cittadini avranno a disposizione un ambiente confortevole e bello da vivere».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c