logo_extra Extra è il magazine estivo del Corriere Romagna dal 1994

CESENA

Rapinata per tre volte in un mese, 77enne di Cesena sotto choc all’ospedale

«Se non apri la porta ti bruciamo la casa». Svuotato il portafoglio

02/08/2018 - 11:19

Rapinata per tre volte in un mese, 77enne di Cesena sotto choc all’ospedale

CESENA. Per lo spavento, dopo la terza rapina in casa subita negli ultimi 40 giorni, è finita in pronto soccorso. In stato catatonico per lo spavento e non in grado quasi di parlare.

È con ogni probabilità la stessa banda, composta da almeno due (forse tre) elementi italiani, che sta perendo di mira dalla scorsa fine di giugno l’abitazione di via Lamone (in una zona isolata di San Mauro in Valle) dove abita con la sua famiglia Elena Casadei: 77 anni. Una donna che è stata bersagliata da ladri e rapinatori in maniera seriale nell’ultimo periodo.

Ieri l’ultimo episodio, accaduto come gli altri al mattino. Erano le 9.30 circa quando la donna ha sentito bussare e suonare alla porta. Erano i banditi.

«Se non apri ti bruciamo dentro con tutta la casa» è stata la minaccia per farsi aprire l’uscio. I ladri sanno già che all’interno ci sono degli anziani soli. Perché non è la prima volta che vengono qui.

La donna ha aperto, anche perché sapeva che in giardino c’era suo marito a fare dei lavoretti. Riteneva dunque di poter essere difesa dal consorte. Ma i ladri erano stati svelti e non si erano fatti vedere dal marito. Così hanno strattonato l’anziana e uno di loro ha velocemente rintracciato il suo portafoglio, scappando con 150 euro di bottino.

I precedenti

La donna è finita in ospedale. Soccorsa dal 118 in stato di agitazione mentre sul posto venivano chiamate anche le forze dell’ordine. Lo scorso 25 giugno aveva trovato i ladri in casa e questi erano fuggiti vistisi scoperti. Diversa invece la situazione, sempre al mattino, il 27 luglio scorso: quando strattonandola e minacciandola dopo essere entrati in casa, le avevano portato via buona parte dell’oro che aveva, compreso quello che indossava.

Rapinatori sulle cui tracce, ora, si sono portati gli uomini del Commissariato di polizia. Che hanno raccolto anche delle tracce sul posto e stanno cercando di identificare gli autori.

La donna solo nel tardo pomeriggio di ieri, è stata dimessa dall’ospedale Maurizio Bufalini.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c