Sabato 10 Dicembre 2016 | 11:43

IERI CONVEGNO TECHNOGYM VILLAGE

Decolla il progetto Wellness Valley

Marchio rilasciato alle strutture turisticheC'è l'ok della Regione che farà promozione

Decolla il progetto Wellness Valley

CESENA. Passo in avanti verso la realizzazione in Romagna del primo Distretto internazionale per competenze nel benessere e nella qualità della vita, promosso dal 2003 da Nerio Alessandri attraverso Wellness Foundation.

Ieri il Technogym Village, ha ospitato il workshop sul Prodotto turistico Wellness Valley – Romagna Benessere.

Presenti all’incontro l’assessore regionale al Turismo Maurizio Melucci, l’Apt dell’Emilia Romagna, le Camere di Commercio della Romagna.

Dopo un percorso di certificazione da parte di una società esterna, specializzata e qualificata, il marchio Wellness Valley sarà rilasciato da Wellness Foundation a quelle imprese ricettive che si impegneranno concretamente nell’applicazione del Wellness Lifestyle su quattro macro-temi: qualità della struttura, offerta di esercizio fisico e movimento per gli ospiti, sana alimentazione e promozione della Cultura del Wellness come stile di vita per la Salute e la prevenzione.

Una volta certificate, le imprese entreranno a far parte del Club di Prodotto Wellness Valley – Romagna Benessere che Regione e Apt promuoveranno per conquistare i turisti ad esempio del Nord Europa e Stati Uniti, alla ricerca di una vacanza che abbia al centro la qualità della vita. Poi, il sistema di certificazione sarà esteso alle altre realtà come spiagge, scuole, imprese, palestre, terme, aziende enologiche e della filiera agro-alimentare, fino ad arrivare alla concretizzazione di quell’ecosistema della salute e della qualità della vita. Ci sarà un criterio guida imprescindibile: la qualità.

«La Wellness Valley è un’opportunità unica per la Romagna – commenta Nerio Alessandri – per presentarsi la terra che rimette al centro le persone e la loro salute, anche nel momento della vacanza. Proprio la domanda di vacanza all’insegna della salute, del movimento e delle sane abitudini è quella in maggiore crescita a livello mondiale. Se a questo aggiungiamo il patrimonio culturale, artistico, naturale ed enogastronomico del nostro territorio, abbiamo tutte le carte in regola per diventare leader nel mondo. Per farlo, però, non possiamo prescindere dalla qualità: delle strutture, delle persone, dei prodotti e dei servizi. Non si può pensare di competere e di vincere sui Mercati mondiali senza offrire qualità superiore rispetto ai concorrenti. Il Wellness non è marketing fine a se stesso, ma una Cultura ricca di contenuto. Serve massima coerenza tra ciò che si comunica e ciò che si offre realmente; per questo l’assegnazione del marchio Wellness Valley sarà rigorosa. Dobbiamo offrire realmente ai nostri concittadini e ai turisti ciò che promettiamo».

«Quello della Wellness Valley è un treno che non possiamo perdere – ha commentato l’assessore Melucci chiudendo l’incontro – perché rappresenta un’innovazione vera e concreta per il territorio romagnolo, per intercettare la domanda di turismo di benessere e qualità della vita diffusa a livello mondiale. Grazie all’intuizione e al lavoro di Nerio Alessandri oggi il nostro territorio ha l’opportunità di fare del Wellness una filiera di crescita e di benessere per il futuro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000