CESENA

Truffatore seriale colpisce ancora e finisce in carcere

Ha venduto ma non consegnato biglietti per eventi sportivi mentre era agli arresti domiciliari

21/04/2018 - 12:32

Truffatore seriale colpisce ancora e finisce in carcere

CESENA. Era già agli arresti domiciliari a Forlì per alcune condanne per truffe, ma non è rimasto con le mani in mano. Ne ha architettata un’altra, per dei biglietti di un evento sportivo e come di consueto si è fatto pagare in anticipo. Quando i tagliandi non sono venuti fuori, chi aveva pagato ha presentato denuncia, aggiungendo un’altra tacca al già ricco palmares di problemi con la giustizia di Lorenzo Colombini, cesenate di 44 anni. E così gli agenti della Squadra Mobile di Forlì hanno dato esecuzione all’aggravamento della misura restrittiva deciso dal Tribunale di Sorveglianza di Bologna, portandolo in carcere.

Colombini ha numerosi precedenti di denunce e condanne per truffa, già dagli inizi degli anni 2000. Avrebbe raggirato diverse persone un po’ in tutta Italia proponendo vantaggiosi viaggi vacanza a cui associava potenziali prospettive di affari. A volte i viaggi venivano anche effettuati, rafforzando la fiducia verso di lui. A seconda dei casi si spacciava per broker o per agente di viaggio e avrebbe ottenuto nel tempo parecchie decine di migliaia di euro. Nell’affare di solito c’erano anche finte garanzie con ricevute e assegni “scoperti”. Nel Veronese è riuscito a collaborare con alcune agenzie di viaggi, ma anche qui sono emersi assegni “scoperti”. In Toscana invece Colombini ha rimediato varie denunce per viaggi per mete esotiche e caraibiche proponendo investimenti con ritorni di guadagno anche del 25%. Ma poi diventava insolvente e non restituiva il denaro incassato. Altre volte i pacchetti vacanza avevano soluzioni diverse da quelle pattuite, in classe inferiore o in date diverse.

Mentre era ai domiciliari a Forlì, dove era residente dopo aver girato varie città italiane, per due condanne per truffa e appropriazione indebita per fatti commessi a Milano, l’ultima denuncia per truffa per i biglietti mai consegnati di un evento sportivo, che gli hanno spalancato le porte della prigione.

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402