SOLIDARIETA'

Manca il cibo per i poveri: i Quartieri davanti ai supermercati per le donazioni

Subito dopo l'allarme lanciato dal Banco Alimentare una raccolta per i poveri di zona che verrà destinata alla Caritas Diocesana

di CLAUDIA UGOLINI

11/03/2014 - 20:31

 Manca il cibo per i poveri: i Quartieri davanti ai supermercati per le donazioni

 

CESENA. E’ di ieri l’allarme lanciato dal Banco Alimentare: mancano i cibi per i poveri di Cesena dopo che l’Unione Europea da inizio 2014 ha cessato di inviare le consuete forniture.

“Quartieri Solidali – Raccolta di generi alimentari” è l’iniziativa che sabato prossimo, dalle 9 alle 18, vedrà coinvolte le circoscrizioni del territorio unite in una grande mobilitazione contro la povertà, emergenza che ogni giorno colpisce fasce sempre più ampie della popolazione.

L’idea proposta nei mesi scorsi dall’assessore Simona Benedetti durante il Collegio dei presidenti di Quartiere, rappresenta una realtà già consolidata al Quartiere Oltresavio, capofila su questo tipo di iniziative: «Da 9 anni portiamo avanti l’iniziativa “Oltresavio in campo” e negli ultimi due anni si sono aggiunti anche i quartieri Valle Savio e Borello - ha raccontato il consigliere Gianfranco Rossi - Nel 2013 siamo arrivati a raccogliere 7 tonnellate di derrate alimentari, registrando un incremento rispetto alle 6.1 dell’anno precedente: queste 7 tonnellate si sono esauritre in un mese e mezzo». Rossi ha poi sottolineato che la raccolta di sabato «non verrà portata al Banco Alimentare ma si lavorerà con le Caritas, per poi attivarsi anche con i Servizi sociali, segnalando quali sono le famiglie più in difficoltà per poi intervenire».

Grande voglia di partecipazione e tante le energie messe in campo per la giornata di sabato con l’adesione dei Quartieri Oltresavio, Valle Savio, Borello, Cesuola, Fiorenzuola, Cervese sud, Al Mare, Rubicone, Ravennate, Dismano e Rubicone in collaborazione con il Centro di Ascolto Caritas Zonale San Vittore, Caritas Parrocchiali, Associazione S.Vincenzo, Gruppi Scout, Gruppo Famiglie Casa Bella, Masci - Comunità Adulti Scout Don Vito, associazione Genitori Dante Alighieri, centro di aggregazione giovanile “Garage”, parrocchie, cittadini e volontari dei Quartieri.

Dal mattino verranno garantiti presìdi davanti ai supermercati, coinvolgendo volontari e associazioni che raccoglieranno il materiale da destinare alle Caritas che provvederanno poi alla distribuzione. Entrando nel dettaglio, i cittadini potranno donare prodotti quali pasta, riso, olio, zucchero, caffè, biscotti, tonno e carne in scatola, passata di pomodoro e pelati, legumi, pannolini e altri prodotti per l’infanzia, omogeneizzati alla frutta, succhi di frutta, farina, latte a lunga conservazione, prodotti per l’igiene personale e la pulizia della casa.

Massiccia anche l’adesione dei supermercati e delle attività coinvolte, arrivate a più di una ventina: Conad Oltresavio, Economy, Famila, Ipercoop Lungosavio, Super A&O via Cattaneo, Super A&O Piazza Magnani, Super A&O San Vittore, Conad Superstore Ponte Abbadesse, Conad City Borello, Crai Borello, Supermercato Conad di Case Finali, Economy di via G.Bruno, Coop. Cervese, Simply Villa Chiaviche, Conad City Macerone, A&O Martorano, Conad Superstore Montefiore, Super A&O Calisese, Macelleria “Giunchi” Calisese, Conad Pievesestina (raccolta solo al mattino). A questa rete solidale si sono aggiunti anche due negozi di San Carlo.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c