CESENA

Imposto lo stop preventivo ai camion in attesa dell'ondata di gelo in arrivo

Per l'apertura delle scuole i comuni decideranno di ora in ora a seconda dell'evolversi della situazione

di DANIELE DELLA STRADA

26/02/2018 - 10:37

Imposto lo stop preventivo ai camion in attesa dell'ondata di gelo in arrivo

CESENA. L’ondata di gelo in arrivo fa paura. Almeno sotto il profilo della viabilità e per tutti i comuni che compongono il comprensorio cesenate, non soltanto quelli posti alle pendici della valle del Savio.

Ieri mattina c’è stata una riunione straordinaria in Prefettura alla quale hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni. Sul piatto c’erano le decisioni da prendere per affrontare il calo delle temperature previsto per queste ore, che dopo le precipitazioni dei giorni scorsi (ed in parte lieve anche di ieri) mettono questa fetta di Romagna a rischio ghiacciate sulle strade.

Per l’apertura o meno delle scuole la situazione verrà valutata con l’evolversi dei giorni. Se non delle ore. Ad esempio ieri, dopo la riunione nei palazzi prefettizi, Bagno di Romagna ed altri comuni posti più in quota rispetto a Cesena hanno deciso di ordinare di aumentare la temperatura delle caldaie all’interno dei plessi; e di puntare la sveglia molto presto (alle 4.30 del mattino per l’esattezza) per monitorare lo stato delle strade e decidere di conseguenza se bloccare o meno “al volo” l’apertura delle scuole.

Tempo di terminare la riunione ed è tata diramata un’ulteriore decisione.

«In vista delle precipitazioni nevose, previste per i prossimi giorni, con significativo abbassamento delle temperature, che si abbatteranno anche su questa provincia, si è svolta, in mattinata, una riunione del Centro Operativo per la Viabilità al fine di valutare l'adozione di ogni utile provvedimento richiesto dalle circostanze. All’esito dell’incontro, allo scopo di non creare ulteriori criticità nella circolazione degli autoveicoli e contenere eventuali disagi, si è deciso di emanare, per “intuibili esigenze di uniformità”, un provvedimento analogo a quello adottato dalla Prefettura di Bologna e dalla altre Prefetture della Regione.

Inibizione della circolazione ai mezzi superiori alle 7.5 tonnellate che è scattata dalle 22 di ieri e che durerà fino a “cessate esigenze”, sull’intero sistema viario della provincia di Forlì-Cesena (autostrade, strade statali e provinciali)». Questa la comunicazione.

Che i mezzi pesanti possano andare in difficoltà con condizioni avverse di gelo in strada è normale. Lo stop è anche per scongiurare situazioni simili a quelle vissute ieri a Cesena,

All’una circa di due notti fa, per cause in corso d’accertamento (tra le quali non si posso escludere avverse condizioni dell’asfalto) un autotrasportatore con un tir carico di frutta ha sbandato sula Cervese a Calabrina, finendo fuori strada. Ferite lievi per l’uomo, nel tratto a ridosso di un senso unico alternato da semaforo per lavori in corso.

Per svuotare il carico del camion e alzarlo con una gru, ieri la via Cervese è stata interrotta al traffico in quel punto per sette ore e mezza: dal primo pomeriggio fino alle 21.30.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c