CESENA

Per il Circo altri verbali e divieto di utilizzo dell'ingresso secondario

Controlli costanti da parte della polizia municipale e nuovo "altolà" messo in campo da Hippogroup

di DANIELE DELLA STRADA

04/01/2018 - 12:41

Per il Circo altri verbali e divieto di utilizzo dell'ingresso secondario

CESENA. Continua a tenere alta l’attenzione su di se la presenza in città del Circo di Vienna: accampato all’interno dell’Ippodromo del Savio senza autorizzazione a mettere in scena i propri spettacoli.

La vicenda è ormai nota. Dopo che Hippogroup aveva chiesto autorizzazione al Comune ad ospitare i tendoni, il Circo non aveva invece “in tempo utile” stando alle normative vigenti (tra i 180 ed i 90 giorni prima dell’esordio) provveduto a depositare la richiesta necessaria per gli show. Alla quale, come da prassi, devono seguire tutta una serie di controlli da parte di Comune ed Ausl, vincolanti per il via libera agli spettacoli. Così il circo è arrivato in città nelle date previste, ben prima di Natale, e vi resterà fino al 15 gennaio. Ma senza autorizzazione agli spettacoli che, comunque, a scaglioni, finora sono anche in qualche caso andati in scena.

Nuova inibizione

L’Hippogroup aveva diffidato il Circo ad utilizzare l’ingresso dell’ippodromo per far affluire il pubblico. Esplicitando in una nota inviata anche al Comune che avrebbe tenuto i cancelli chiusi. Gli spettacoli ai quali qualcuno ha potuto assistere sono stati fatti usando l’ingresso sul retro dell’ippodromo, per accedere alle strutture che si trovano dentro l’ovale da corsa dei cavalli. Così, nelle ultime ore, l’Hippogruop ha predisposto una diffida ulteriore al Circo di Vienna, affinché neppure l’ingresso su retro venga usato per far entrare il pubblico.

Sanzioni

Nel frattempo risulta ancora in fase di istruttoria presso gli uffici Suap la Scia (in pratica la richiesta di autorizzazione) che i titolari avevano presentato il 28 dicembre: dunque come più volte ribadito dal Comune ampiamente in ritardo rispetto ai termini previsti dalla normativa.

Nel frattempo la polizia municipale prosegue nell’attività di controllo della situazione, che ha portato già a elevare alcuni verbali di infrazione (uno per ogni serata di spettacolo accertata).

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c