SOGLIANO

Formaggio di fossa, qualità ed attese sono grandi

Domani trekking gastronomico, concerto e film

Formaggio di fossa, qualità ed attese sono grandi

SOGLIANO. Ecco il primo week-end del Fossa: grandi attese ed entusiasmo di produttori, Pro loco ed amministrazione comunale.

Il ricco programma

La 43ª fiera del formaggio di Fossa di Sogliano Dop si aprirà domani con il tradizionale trekking enogastronomico. Partenza alle ore 10.30 da piazza Matteotti e camminata su un percorso ad anello che nel pomeriggio ricondurrà i partecipanti al punto di partenza. A metà percorso, pranzo a base di formaggio di fossa e prodotti tipici presso il ristorante “Il Parco”, con gli “Artenovecento” in concerto. Quota d’iscrizione: 10 euro, comprensiva di tutto. Per informazioni telefonare al numero 340-5364969. In serata, alle 20.30, nel palazzo della cultura, proiezione del film “Eddie the Eagle-Il coraggio della follia”, iniziativa promossa dal Consiglio dei giovani di Sogliano.

Gli stand della fiera apriranno invece questa domenica. Il protagonista della manifestazione sarà ovviamente il formaggio di fossa di Sogliano Dop, i cui stand saranno ospitati all’interno della grande struttura di piazza Matteotti. In via XX Settembre sarà invece allestita la “Via dei sapori tipici” con servizi di ristorazione, oltre a quelli offerti dalla Pro Loco Sogliano e dai commercianti locali. Dalla mattina, musica di strada con la “Fossa Street Band”. Alle ore 15.15, in teatro, c'è invece la rassegna musicale “Suono divino”: appuntamento con “Danzare l'Amore”, un concerto per quartetto vocale e pianoforte a quattro mani del gruppo “In Liebe”, con musiche di Brahms e Schubert.

Le mostre

Numerose le mostre permanenti aperte in occasione della fiera, tutte ad ingresso gratuito: il museo Linea Christa, il museo Leonardo da Vinci e la Romagna, la collezione Veggiani, la collezione di arte povera e il museo del disco d’epoca presso il palazzo della cultura; la mostra di santini antichi presso la chiesa del Suffragio, il museo del formaggio di Fossa in via Le Greppe, il museo minerario in piazzetta Garibaldi e la mostra di astronomia nella grotta ipogea. Per ulteriori informazioni, 0541-817339.

Gli infossatori

C'è molto entusiasmo presso gli infossatori del borgo. Dalle fosse Brandinelli, Pellegrini, Venturi, Casa del formaggio, Tèra e Antiche fosse è un coro unanime: «Quest'anno il Fossa è di qualità elevatissima, anche grazie all'andamento climatico».

Gianfranco Rossini, delle Antiche Fosse malatestiane, rivela che «l'unico problema avuto in estate è stato quello di reperire il latte certificato Dop, vista la produzione inferiore alle esigenze in zona. Comunque i quantitativi di formaggio, poi infossati ad agosto, sono stati equivalenti a quelli all'anno precedente. Oltre al prodotto Dop, gli infossatori hanno quantitativi di formaggio che non seguono il rigido disciplinare. Per il formaggio senza Dop andava bene anche il latte arrivato da Toscana o altri regioni, ma sempre italiano, sicuro e di qualità».

Prezzi stabili

I visitatori-acquirenti quindi possono stare tranquilli: la quantità non ha subito contraccolpi, e nemmeno il costo: «I produttori hanno mantenuto i prezzi invariati - prosegue Rossini - I nostri formaggi Dop oscillano da 25 a 27 euro al chilogrammo. Magari la Pro loco parte anche da 24 euro a crescere. Ad ogni modo ne vale la pena, perché è un Fossa da grande annata».

Il sindaco

«La fiera del Fossa - sottolinea il sindaco di Sogliano, Quintino Sabattini - è un momento unico per il nostro borgo. L'attività di infossatura di formaggio risale agli Statuti malatestiani di Sogliano del ’400, come documentano anche atti notarili dell'epoca. Oggi la fiera è il momento principale dell'anno per far conoscere tutte le eccellenze di Sogliano. Invito tutti a venire in collina per tre week-end di festa ed enogastronomia».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017