LA VISITA

La tenerezza del Papa col bimbo non vedente: «Forza, toccami la guancia con la manina»

Il piccolo era intimorito e il Santo padre fa la battuta: «Non sarà anticlericale?»La mamma: «È stato emozionante»

di GIORGIA CANALI

04/10/2017 - 10:35

La tenerezza del Papa col bimbo non vedente: «Forza, toccami la guancia con la manina»

L'incontro del Papa con il piccolo

CESENA. «Ci sentiamo davvero onorati», così Lucia Briganti, mamma di Leonardo, commenta l'incontro ravvicinato con papa Francesco vissuto domenica mattina in piazza del Popolo. Lucia e il marito Francesco Targa accompagnavano il figlioletto Leonardo di due anni e mezzo, non vedente. «Noi eravamo dell'idea di seguire l'evento da casa, perché intimoriti dalle misure di sicurezza e dalla folla, quando don Giovanni di Bagnarola ci è venuto a trovare e ci ha detto che avevamo la possibilità di avere un accredito per la piazza».

«A volte la disabilità riserva qualche vantaggio», commenta scherzando. Leonardo infatti fa parte delle persone che papa Francesco si è fermato a salutare terminato il discorso in piazza del Popolo

Un fuoriprogramma denso di emozione che papa Francesco ha saputo smorzare con quell'ironia che ha caratterizzato molti dei momenti della visita cesenate.

La battuta del Papa

«Quando si è avvicinato a noi – racconta Lucia – sembrava quasi volesse prenderlo in braccio Leonardo, che però era intimorito e si ritraeva quasi accucciandosi su di me». A sciogliere ogni tensione ci ha pensato papa Francesco, che sorridendo si è rivolto alla mamma chiedendo: «Non sarà mica un bimbo anticlericale?», facendo scoppiare tutti in una risata distensiva. Quando Lucia ha spiegato che quella ritrosia era dovuta al fatto che Leonardo non vede, la reazione del pontefice è stata immediata e altrettanto sorprendente: «Allora forza toccami la guancia con la tua manina».

Un gesto semplice, con cui è riuscito immediatamente a conquistarsi, anche l'inizialmente diffidente Leonardo: «Superato il primo momento di timidezza, Leonardo si è ricordato che gli avevo raccontato che papa Francesco è argentino e che parla spagnolo, così l'ha salutato con un “hola!” che ha fatto ridere papa Francesco, che ha ricambiato il saluto».

L’emozione della mamma

Pochi minuti che certamente la mamma Lucia e il babbo Francesco difficilmente dimenticheranno: «Io ero lì impalata con Leonardo in braccio – racconta ancora emozionata Lucia – avrei voluto dire mille cose, ma alla fine mi è uscito solo un grazie. È stato davvero emozionante, papa Francesco nella sua semplicità, ha una luce che trasmette davvero tanto».

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c