Martedì 21 Febbraio 2017 | 09:01

AULE FREDDE

Il gelo sul rientro a scuola

Caldaia in blocco sia sabato che ieri all'istituto Versari. Classi spostate al Macrelli e c'è chi ha scelto di uscire prima

Il gelo sul rientro a scuola

 

CESENA. Il rientro a scuola, sia sabato che nella giornata di ieri, è stato all’insegna di problemi di riscaldamento per gli studenti del Versari che si trovano nella succursale accanto al Serra. Hanno trovato le aule al freddo a causa di un blocco nell’impianto di riscaldamento per una palazzina (quella che una volta era solo del Serra) che appare falcidiata dalle sfortune termiche.

Il blocco si è protratto fino a ieri mattina, quando i gestori privati dell’impianto sono stati richiamati dalla dirigenza scolastica per risolvere il problema. Sabato infatti appena la dirigenza del Versari Macrelli ha saputo del guasto all’impianto di riscaldamento ha provveduto ad attivare il gestore che ha fatto l’impianto e per evitare che i ragazzi facessero lezione al freddo, aveva fatto trasferire nell’edificio del Macrelli tutti gli allievi del Versari. «Noi come provincia solo ieri abbiamo saputo del problema, essendo la provincia chiusa di sabato - spiega Monica Rossi referente provinciale degli edifici scolastici - La dirigenza del Versari Macrelli ha subito attivato il gestore, che è intervenuto sabato, ma ancora ieri mattina si è dovuto farlo intervenire perché l’impianto era di nuovo andato in blocco e non funzionava. Ieri hanno di nuovo lavorato sull’impianto ed ora tutto pare a registro. Certo i ragazzi hanno dovuto patire del freddo, visto le basse temperature di questi giorni».

La dirigente della scuola Lorenza Prati, che ieri era impegnatissima anche per le sessioni di scrutinio di metà anno, ha avito un rientro dopo le vacanze particolarmente bollente anche se all’insegna del gelo scolastico per tantissimi suoi studenti. «Non si è trattato tecnicamente di un guasto - ha spiegato - ma più precisamente di un blocco elle caldaia». Ma avvenendo a scuola chiusa per le vacanze gli ambienti si erano raffreddati tantissimo e svolgere le lezioni era impresa ardua: «I tecnici che si occupano dell’impianto sono intervenuti tempestivamente su chiamata. Ma poi il blocco si è verificato di nuovo ed è servito di nuovo il loro ausilio. A scuola era effettivamente molto freddo. Così dei 350 alunni circa interessato dal disagio alcuni sono usciti anticipatamente».

Per non incappare in problematiche di salute che poteva tenerli lontani da scuola ancora dopo le vacanze. La speranza è che alla riapertura del mattino di oggi non vi siano di nuovo problematiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000