IL CASO

Teverini: dagli scavi ossa di animali

Per la donna scomparsa nuovo appello della figlia in diretta su "Chi l'ha visto?"

22/12/2016 - 09:47

Teverini: dagli scavi ossa di animali

CESENA. Caso Teverini: non hanno dato esiti positivi gli approfondimenti scientifici che la Squadra Mobile di Forlì ed il sostituto procuratore Filippo Santangelo attendevano, dopo gli scavi delle scorse settimane nelle pertinenze dell’abitazione di Costante Alessandri: il marito della donna.

Le indiscrezioni sugli esiti delle analisi, già arrivate sui tavoli della procura della Repubblica di Forlì, sono trapelate nel pomeriggio di ieri: poche ore prima che la trasmissione Tv di Rai Tre “Chi l’ha Visto?” tornasse ad occuparsi della scomparsa di Manuela Teverini, sparita nel nulla la notte tra il 5 ed il 6 aprile del 2000.

Nelle scorse settimane, come noto, la polizia è tornata a scavare e a cercare il corpo della donna dopo che il marito Costante Alessandri è stato di nuovo sottoposto ad indagine per omicidio ed occultamento di cadavere. A 16 anni dalla scomparsa si è scavato in particolare in un boschetto in linea d’aria a non molta distanza da luoghi frequentati da Alessandri; qui la polizia aveva ritrovato alcuni frammenti ossei e qualche brandello di tessuto che sono stati analizzati per capire se si trattasse di “parti” di cadavere di Manuela Teverini.

E’ bastato l’esame del Dna per chiarire la situazione: si tratta di frammenti di ossa animali e quindi in nessuna maniera riconducibili all’indagine per la scomparsa della donna.

“Chi l’ha Visto” ieri sera, nel giorno in cui nel caso Roberta Ragusa il marito è stato condannato a 20 anni di reclusione in assenza del cadavere della moglie (non si può allontanare di notte dalla frazione in cui vive in attesa dei futuri altri gradi di giudizio) ha accostato questa vicenda a quella del Caso Teverini invitando in studio la figlia della coppia, Lisa Alessandri, rientrata dall’estero dove sta studiando per trascorrere con la sua famiglia (gli zii) le vacanze di Natale.

Sono le 21.40 circa quando compare in video Lisa Alessandri ed alla conduttrice Federica Sciarelli ricorda che aveva 4 anni quando sua mamma scomparve, 16 anni fa.

Quando le parlano di suo padre accenna a qualche espressione perplessa e lievemente irritata.

Anche perché le fanno sentire varie intercettazioni datate 2001: in cui il padre chiede alla prostituta che frequentava dopo la scomparsa della moglie di andare a vivere con lei. Ed alcuni commenti sempre intercettati di parenti di Costante Alessandri che commentano la frequentazione dell’uomo con questa “nuova donna”.

Poi a Lisa Alessandri vengono mostrate immagini d’epoca, di lei in braccio alla madre il 7 dicembre 1996.

«Purtroppo ricordo poco o niente di mia madre - spiega - Non è comunque credibile che se ne sia andata di casa di sua volontà. Da quando sono stata adottata dai miei zii non sono più entrata in quella casa».

Poi si entra nel merito della vicenda che vede suo padre indagato: «Io non ho mai accusato nessuno - dice la giovane - E’ una cosa che deve fare la polizia, è il loro lavoro. Però mi fa molta impressione sentire queste intercettazioni. Anche se fosse innocente, mio padre non fa certo una bella figura per come si è comportato. E questo credo che lui lo sappia».

Poi, sempre in parallelismo col caso Ragusa, a Lisa Alessandri viene chiesto del distacco vissuto dal padre ora di nuovo indagato.

«Non ho avuto problemi particolari nel distacco da mio padre. Stavo bene quando mi hanno allontanato da lui. Coi miei zii avevo rapporto stretto già da prima è stato graduale l’inserimento nella mia famiglia attuale. Mio babbo ho continuato a vederlo fino ai 10 anni, ma in ambienti protetti con i servizi sociali presenti. Poi ho voluto smettere di vederlo perché comunque il vederlo mi scatenava ricordo e mi creava dolore».

Lisa Alessandri ha ricordato la richiesta di morte presunta stilata per la madre. E si è detta convinta che la madre sia stata assassinata. Proprio mentre Federica Sciarelli ricorda la confessione extragiudiziale di Costante Alessandri fatta alla prostituta che voleva convincere ad entrare in casa sua ad un anno dalla scomparsa della moglie: «Le ossa trovate sono di animali? Io so che mia madre è morta - chiosa Lisa Alessandri - Non ho bisogno di conferme. Le persone non spariscono nel nulla. Mia madre mi manca tanto. Ho sempre vissuto in un senso di non completezza. Per sentirmi completa ho bisogno di sapere quale è stata la fine di mia madre. Credo sia giusto farmelo sapere. Perché ciò che è successo a me potrebbe accadere a chiunque».

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c