A BORELLO

Una domenica "per non dimenticare"

Mezzi storico militari e divise in picchetto ed in esposizione

04/11/2016 - 15:56

Una domenica "per non dimenticare"

L'edizione 2014

CESENA. La festa delle forze armate domenica avrà di nuovo, dopo due anni, una sorta di rievocazione della Seconda Guerra Mondiale che coinvolgerà in particolare il centro di Borello ma anche il vicinissimo Comune di Mercato Saraceno, con mezzi militari e divise d’epoca protagonisti.

Torna infatti “per non dimenticare...”, uno spaccato sulla guerra e sulla Liberazione per dare modo anche alle nuove generazioni di vedere con i propri occhi i colori ed i rumori protagonisti dell’epoca ma anche per tornare a lanciare messaggi planetari di pace.

Capofila sarà l’associazione Rover Joe, in prima fila come due anni fa quando a Borello venne, sempre a cavallo della festa della Forze Armate, organizzata una manifestazione simile.

Verranno commemorati i caduti e nel piazzale dove c’è il monumento a ricordo (piazza San Pietro in Solferino) verranno convogliati figuranti in divise inglesi ed americane dell’epoca. Al picchetto d’onore non mancheranno anche i mezzi c caratteristici di quel momento storico: Jeep, Dodge, Gmc risalenti proprio all’epoca bellica ed ancora attivi e funzionanti.

Durante la posa della corona l’Uri (Unione radioamatori italiani) lancerà comunicazioni internazionali nell’etere con messaggi di pace diretti a tutto il mondo.

Mezzi, figuranti e posa di corona si sposteranno poi a Mercato Saraceno dove, al termine della commemorazione, verrà offerto un rinfresco ai partecipanti.

Poi la “colonna armata” tornerà a Borello per il pranzo e resterà a disposizione di chiunque voglia osservare da vicino divise e veicoli americani e britannici fino alle ore 16. La giornata prevede anche una testimonianza storica a cura di Pier Paolo Magalotti. la deposizione della corona d’alloro sarà accompagnata dalle note dell’Inno di Mameli cantato dal tenore Maurizio Tassani. In caso di maltempo la Santa messa prevista a Borello per le ore 11 sarà celebrata in chiesa anziché all’aperto.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c