Sabato 10 Dicembre 2016 | 21:22

Più letti oggi

CESENATICO

Automed 24 ore su 24 per tutto l'anno

Servizio potenziato per le emergenze ed eccellenza riabilitazione confermata al "Marconi". Finora l'ambulanza col medico a bordo era attiva solo per 12 ore al giorno tranne nei mesi estivi. Resterà stabile il numero di posti letto

 Automed 24 ore su 24 per tutto l'anno
CESENATICO. Auto medica in servizio 24 ore su 24 non solo d’estate, per coprire l’emergenza di pronto soccorso. Sarà in funzione dodici mesi all’anno. Un risultato non di poco conto, che è emerso dalla Conferenza territoriale sociale e sanitaria della Romagna che si è riunita ieri mattina. All’ordine del giorno c’era, tra gli altri, il tema del riordino della rete ospedaliera dell’Azienda Usl della Romagna. E’ stato confermato il mantenimento all’ospedale “Marconi di Cesenatico” del centro medico di riabilitazione, già considerato un punto di eccellenza. E resterà stabile anche il numero dei posto letto.
«Nei giorni scorsi - spiega il sindaco Matteo Gozzoli - ho preso contatti per fare il punto sulle possibili novità previste dalla riorganizzazione in atto. Ho manifestato la necessità di potenziare i servizi di pronto soccorso in città. un elemento importante sia per i residenti che per i tanti turisti presenti a Cesenatico come nelle località limitrofe».
Al punto di pronto soccorso fanno riferimento pazienti che arrivano da Cervia a Bellaria. Attualmente è presente un’auto-medica H24 solamente nei mesi estivi, mentre nei restanti mesi dell’anno è in servizio è limitato a 12 ore al giorno. «Attraverso il confronto con l’Usl Romagna - riferisce Gozzoli - è stato modificato il documento che disegna la nuova riorganizzazione ospedaliera romagnola e l’ospedale “Genesio Marconi” di Cesenatico avrà in dotazione un’auto-medica H24 per dodici mesi all’anno. E’ un primo ed importante passo per qualificare e potenziare i servizi medici e sanitari presenti sul nostro territorio comunale, in un’ottica che tenga al centro le vocazioni dei singoli territori: Cesenatico, per la sua vocazione turistica e per la sua posizione baricentrica, meritava un potenziamento dei servizi di pronto soccorso».
In questo modo si supererà anche l’organizzazione precedente con ambulanza medicalizzata, che vedeva l’intervento del medico anche per i casi meno gravi.
«Il nuovo piano - aggiunge il sindaco - sarà approvato entro fine 2016. Poi, nei prossimi mesi, inizierà il confronto con i territori, i cittadini ed i sindacati, in vista dell’approvazione del Piano di riordino ospedaliero. Sarà un percorso aperto e trasparente per consentire la piena comprensione del passaggio di valorizzazione dell’ospedale “Marconi”, che tra le altre cose vedrà una valorizzazione del reparto di riabilitazione con un potenziamento delle sue funzioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000